La narrazione autobiografica per radicare la memoria del quartiere
Rapporti sociali

(Ri)Costruire la memoria del quartiere

Come ripercorrere la storia collettiva attraverso l ' autobiografia

Un ' iniziativa finalizzata a ricostruire la memoria collettiva del quinto municipio di Roma attraverso i racconti autobiografici dei suoi abitanti.
Per realizzare ed elaborare i contributi e le testimonianze utili a tal fine, l ' associazione ha ideato e promosso dei laboratori mirati a fornire le competenze necessarie per rendere gli abitanti narratori.

L’iniziativa è stata concretizzata nella costituzione di una mnemoteca ubicata nella biblioteca Comunale, in cui trovano posto numerose testimonianze che ripercorrono la storia del quartiere e ne documentano l’evoluzione negli anni.
La tutela e la conservazione della memoria storica, sembrano dunque essere il primo obiettivo di questo progetto. Al tempo stesso, però, non vanno dimenticati altri fini, forse secondari ma non meno significativi. La produzione di questi contributi, dall’importante valore storico e culturale, ha senz’altro avuto implicazioni positive per quanto riguarda i rapporti sociali e le relazioni interpersonali e comunitarie all’interno dello specifico quartiere.
” Il paesaggio umano e la memoria ” è stato realizzato attraverso il supporto e con il contributo di vari soggetti istituzionali e pubblici: su tutti il quinto municipio di Roma l’istituzione delle biblioteche di Roma. Si è giunti cosìalla costituzione della Mnemoteca Mozart (presso l’omonima biblioteca) e a mostre e convegni conclusivi.
In allegato la scheda riepilogativa del progetto.


ALLEGATI (1):

Lascia un commento