" La ricerca scientifica è in grado di catalizzare quel pensiero innovativo, alla base della crescita economica "
Società

We the people ed il diritto alla conoscenza

Un impegno per rendere ai cittadini ciò che dai cittadini è stato finanziato

imagesCon un rilasciato il 22 febbraio, John Holdren, direttore dell ' Office of Science and Technology Policy della Casa Bianca, ha rilanciato l ' impegno dell ' amministrazione Obama per sostenere il diritto dei cittadini ad avere libero accesso ai risultati scientifici delle ricerche che loro stessi hanno finanziato attraverso le tasse federali.

Questa politica è il riflesso delle sollecitazioni promosse da scienziati, organizzazioni scientifiche, case editrici, membri del Congresso e altri esponenti del settore pubblico, che in più di 65 mila hanno recentemente firmato una petizione We the People, che richiede appunto di espandere l’accesso pubblico ai risultati delle ricerche pagate dai contribuenti.

Come si legge nel memorandum, l’estensione dell’accesso pubblico ai contenuti riguarderà tanto le pubblicazioni quanto i dati scientifici in formato digitale, nella consapevolezza che la ricerca scientifica finanziata dal governo è in grado di catalizzare quel pensiero innovativo che è il motore dell’economia americana. Questo genere di politica, infatti, sarà in grado di imprimere un’accelerazione all’innovazione ed all’imprenditoria, rilanciando di conseguenza sia la crescita economica che la creazione di nuovi posti di lavoro. Inoltre, da questo nuovo approccio ci si aspetta un impulso significativo alla creazione di nuovi mercati nel campo dei servizi di editoria, pubblicazione e visualizzazione degli stessi materiali.

Il piano

Per poter portare a termine l’impegno di estendere l’accesso pubblico alle ricerche finanziate a livello federale, è stata evidenziata la necessità di promuovere azioni sinergiche e coordinate da parte delle agenzie federali deputate alla realizzazione di tali obiettivi. A tal fine, ad ogni agenzia è stato chiesto di elaborare un proprio piano d’azione, che comprenda misure per ottimizzare l’archiviazione, la ricerca e la diffusione dei contenuti, tali da promuovere l’accessibilità e l’interoperabilità degli stessi. Le risorse per l’implementazione di queste operazioni dovranno essere identificate all’interno dei budget già stabiliti e sarà necessario presentare una programmazione temporale per la realizzazione di questi progetti. I piani d’azione dovranno essere depositati all’OSTP entro sei mesi, a seguito dei quali l’Ufficio federale provvederà a fornire il proprio supporto alle agenzie, sviluppando linee guida per facilitare lo sviluppo di questi processi.

Una questione di accountability

Risulta interessante notare che tra gli obiettivi dichiarati nel memorandum viene sottolineato l’interesse a massimizzare tanto le ricadute potenziali delle ricerche finanziate, quanto la credibilità stessa dei finanziamenti federali. E’ in politiche come questa che si rispecchia quel concetto tipicamente anglosassone di accountability, che porta con se tanto l’idea che l’amministrazione lavori per i cittadini, quanto quella del dovere e della responsabilità di rendere conto del proprio operato.



Lascia un commento