Beni comuni e amministrazione condivisa Senza categoria

Nati per leggere, l ‘ esperienza del Comune di Cortona

Il Comune di Cortona promuove da anni la lettura tra i bambini fin dalla nascita

Il progetto "Nati per Leggere" nasce nel 1999, questa iniziativa è promossa dall'alleanza tra bibliotecari e pediatri attraverso le seguenti associazioni: l'Associazione Culturale Pediatri, l'Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino - ONLUS. Obiettivo del progetto è promuovere la lettura in famiglia sin dalla nascita dato che: " Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo " . Il programma è attivo su tutto il territorio nazionale con circa 400 progetti locali che coinvolgono 1.195 comuni italiani.

Il Comune di Cortona, in provincia di Arezzo, aderisce al progetto nazionale ” Nati per Leggere ” dal 2004 realizzando in questi anni numerose iniziative che hanno portato alla vittoria nel 2013 del premio ” Nati per Leggere ” , riconoscimento che premia annualmente i migliori libri, progetti editoriali e progetti di promozione alla lettura per i più piccoli. Il premio fu assegnato a Cortona per il miglior progetto di promozione della lettura rivolto ai bambini tra 0 e 5 anni.
L’impegno del Comune di Cortona per la promozione della lettura tra i giovanissimi è da anni riconosciuto ed in seguito all’approvazione del Regolamento per la cura dei beni comuni sono stati realizzati diversi Patti di collaborazione per lo sviluppo di tale progetto.

Patti di collaborazione

Nel 2015 è stato siglato un Patto di collaborazione tra il Comune di Cortona e l’associazione Amici di Vada per la donazione di libri da mettere a disposizione dei bambini negli ambulatori del territorio. Abbiamo intervistato il presidente dell’Associazione Amici di Vada, Marco Bassini per approfondire l’iniziativa.

Come è nato l’impegno della vostra associazione nel progetto ” Nati per Leggere ” ?
La nostra è un’associazione di volontariato laica che nasce nel 1982 grazie all’impegno dell’allora prete di Cortona Don Antonio Mencarini. L’associazione ha iniziato occupandosi di organizzare delle gite al mare per persone affette da disabilità e negli anni si sono susseguite diverse attività . Tre anni fa è venuto a mancare Don Antonio e si è deciso di organizzare un memorial annuale per commemorare il suo impegno per la città di Cortona.
In questo ambito, grazie all’ottimo rapporto con l’amministrazione comunale si è deciso dunque di collaborare con il progetto ” Nati per Leggere ” , a cui il Comune tiene particolarmente, per donare annualmente ai quattro ambulatori presenti sul territorio, dei libri da mettere a disposizione dei bambini che frequentano gli ambulatori. I pediatri della zona si occupano dunque di promuovere la socializzazione dei bambini con la lettura, grazie anche all’impegno della cooperativa Athena che organizza dei gruppi di lavoro per occuparsi del progetto.

Il patto di collaborazione instauratosi tra il Comune di Cortona e l’associazione “Amici di Vada” ha una durata di due anni e gli obiettivi specifici del patto prevedono: mettere a disposizione dei bambini i libri negli ambulatori per promuovere la lettura fin dai primi mesi di vita, grazie al coinvolgimento dei genitori, far circolare i libri con il prestito negli ambulatori ed informare le famiglie sulle numerose iniziative in atto nella Biblioteca di Camucia e nel Comune di Cortona nell’ambito del progetto nazionale “Nati per Leggere”.

In allegato il Patto di Collaborazione tra il Comune di Cortona e l’Associazione Amici di Vada.

Il primo libro un dono speciale

Altro Patto di Collaborazione approvato recentemente dal Comune di Cortona, sempre nell’ambito dell’iniziativa “Nati per Leggere ” , vede l’amministrazione, la cooperativa sociale Athena, l’Istituto d’Istruzione superiore ” Luca Signorelli ” e l’associazione Arca impegnati nel progetto ” Il primo libro un dono speciale ” . Il progetto, come ci spiega l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cortona, Andrea Bernardini, ” nasce grazie all’impegno di varie associazioni che operano sul territorio di Cortona. Si è pensato di coinvolgere le “nonne” ed i “nonni” del centro diurno del Comune e le donne del centro sociale di Camucia facendogli ricamare dei libri da donare ai primi nati del 2016. Il patto fa parte del progetto Nati per Leggere, che da oltre dieci anni coinvolge il nostro Comune e siamo felici di poter cogliere ogni occasione per promuovere lo sviluppo della lettura tra le giovani generazioni ” .

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento