Un Patto per il clima

officina dei beni comuni
Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 06/06/2022
17:00 - 18:30

Categorie


Che differenza fa l’autonoma iniziativa dei cittadini, in termini ecologici? È questa la domanda a cui si tenterà di fornire una risposta nel corso dell’appuntamento con l’Officina dei beni comuni, previsto per lunedì 6 giugno 2022, dalle ore 17:00 alle ore 18:30, in diretta sui canali social di Labsus (Facebook e Youtube).

Torna l’Officina dei beni comuni e mette al centro il clima!

Dal 2019 Labsus organizza le Officine dei Beni Comuni, uno spazio (inizialmente fisico e dal 2020 virtuale) in cui confrontarsi e condividere esperienze su temi di attualità legati all’Amministrazione condivisa dei beni comuni.
Come ormai osserviamo da qualche anno, anche il Rapporto Labsus del 2021, con cui proviamo a fotografare lo stato dell’Amministrazione condivisa in tutta Italia, ci conferma che il tema ambientale è fortemente riconosciuto nelle collaborazioni tra cittadini attivi e amministrazioni. La qualità dello spazio verde di prossimità, ma anche di parchi urbani o aree naturali più importanti, continua ad essere al centro della cura di volontarie e volontari che in tutta Italia si mobilitano con azioni di manutenzione, rigenerazione e animazione. A questo si aggiungono alcune iniziative di collaborazione più pionieristiche, che sperimentano l’autoproduzione di energia pulita, come nel caso delle comunità energetiche. L’insieme di queste pattuizioni ci sembra costituiscano una massa critica di soluzioni creative bottom-up per migliorare l’ambiente, ma anche di energie e competenze diffuse, in progressivo aumento, al punto da chiederci: è possibile o ha senso cercare di farne una lettura/un bilancio/una valutazione di tipo ambientale/energetico? Se finora (nella metà circa dei casi di pattuizione a livello nazionale!) le persone stipulano con le amministrazioni Patti sulla cura del prato o dell’aiuola con l’obiettivo laterale di cura della relazioni di prossimità, è possibile in futuro pensare ad azioni di interesse generale più consapevoli dal punto di vista della risposta al cambiamento climatico?

Ne discutono:

  • Maurizio Pallante, Presidente di Sequs – Sostenibilità Equità Solidarietà;
  • Lorenzo De Vidovich, Università degli Studi di Trieste, Dipartimento di scienze politiche e sociali;
  • Luca Tricarico, Luiss Guido Carli, Dipartimento di impresa e management;
  • Emiliana Borruto, Project manager nella formazione della green economy.

Moderano:

  • Daniela Ciaffi, Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà;
  • Emanuela Saporito, Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà

LEGGI ANCHE: