La difesa dei beni comuni di carattere storico-artistico e la sussidiarietà orizzontale

17 luglio 2017 | Diritto Giurisprudenza Tar

Borgo Vairano Patenora

In una giurisdizione di tipo soggettivo e in assenza di una previsione esplicita di azione popolare, qualora non si rintraccino elementi probatori che rendano operabile il criterio della ‘vicinitas’, non è possibile rintracciare la sussistenza di un interesse legittimo e accordare la legittimazione a procedere, nemmeno in virtù del principio di sussidiarietà orizzontale.

La sentenza Oggetto della questione giurisprudenziale in commento è una serie di atti adottati dall’amministrazione comunale di Vairano Patenora e dalle amministrazioni centrali preposte alla tutela dei beni culturali e paesaggistici in Campania nell’alveo di un programma volto al restauro, risanamento e manutenzione del “Borgo medievale” afferente al predetto Comune. Gli interventi sul Borgo vengono […]

Promozione di attività private di interesse sociale e vincoli di trasparenza

29 giugno 2017 | Corte dei conti Diritto Giurisprudenza

images

I vantaggi concessi dalle amministrazioni ai soggetti privati terzi devono prevedere nello stesso atto di concessione i criteri e le modalità che sono stati osservati, nel rispetto delle condizioni poste dall’art. 12, l.n. 241 del 1990.

La decisione La sezione lombarda della Corte dei Conti ha effettuato in sede di controllo una verifica circa la regolarità di contributi concessi da un ente comunale a beneficio di alcuni soggetti terzi privati. I contributi rilasciati dal comune, consistenti in agevolazioni e sussidi di varia natura, costituivano l’applicazione diretta di un precedente regolamento comunale, […]

I fondi paritetici interprofessionali e il (dubbio) richiamo alla sussidiarietà orizzontale

16 giugno 2017 | Diritto Giurisprudenza Tar

training-1848725_1920

In ordine ai fondi paritetici interprofessionali, emergerebbe «un’ipotesi di delegazione di funzioni pubbliche nell’àmbito delle politiche di sviluppo della formazione professionale continua, coerentemente con il principio di sussidiarietà orizzontale di cui all’art. 118, ultimo comma, Cost». A ben guardare, tuttavia, l’assunto presta il fianco ad alcune criticità, specie perché offre una lettura restrittiva del richiamato principio costituzionale.

La sentenza Nel giudizio promosso dinanzi al Tar, Fondoprofessioni, fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua negli studi professionali e nelle aziende collegate (di seguito “Fondo”), chiede l’annullamento, in via principale, della nota n. 25110/15, con la quale il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, nell’ambito dell’esercizio delle attività di vigilanza previste ai […]

Il regolamento di Lucca per l’amministrazione condivisa

29 maggio 2017 | Diritto Norme Regolamenti comunali

lucca2

Il regolamento di Lucca si presenta come un’ulteriore e originale ipotesi di adattamento del modello di regolamento di Labsus al contesto di un’amministrazione comunale di medie dimensioni. Il risultato che ne esce fuori è quello di un testo leggermente più sintetico che però opera tagli solo in parte condivisibili.

La prima caratteristica che risalta del regolamento lucchese sull’amministrazione condivisa è che il suo principale presupposto normativo lo si rinvenga nello Statuto comunale, il cui art. 3, c. 2, già faceva proprio l’obiettivo programmatico dell’attuazione del principio costituzionale di sussidiarietà orizzontale e di integrazione tra l’iniziativa pubblica e quella privata. Inoltre è da apprezzare il […]

Decreto Legislativo per l’istituzione del Servizio Civile Universale

18 aprile 2017 | Costituzione e leggi statali Diritto Norme

simbolo_unsc

Lo scorso 3 aprile è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, Serie Generale n. 78, il decreto legislativo di riforma del Terzo Settore, destinato ad entrare in vigore il prossimo 18 aprile.

Il testo definitivo sembra aver recepito, almeno in parte, le osservazioni fatte dalla Commissione Affari costituzionali e dagli stakeholders, di cui Labsus aveva già dato conto. In primo luogo viene riconosciuto e potenziato il ruolo degli enti locali, e anche quello delle Regioni: è mantenuta la previsione per cui il Piano triennale e i Piani […]

Comune di Perugia. Deliberazione di Consiglio comunale 6 febbraio 2017, n. 12

3 aprile 2017 | Diritto Norme Regolamenti comunali

Fontana_Maggiore,_Perugia

Con Delibera consiliare del 6 febbraio 2017 il Comune di Perugia ha adottato il nuovo “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la valorizzazione dei beni comuni urbani”. E così l’Umbria aggiunge il proprio capoluogo alla lista dei Comuni che già negli anni scorsi avevano approvato il regolamento.

La struttura generale richiama in gran parte quello del regolamento di Bologna; ma vi sono anche alcuni profili che se ne distanziano e che non appaiono di poco conto, anche rispetto all’influenza che potranno di fatto avere nell’attuazione concreta delle norme. Di sicuro interesse è la complessiva apertura che emerge dai primi tre articoli del […]

Taranto, deliberazione del Consiglio comunale 28 dicembre 2016, n. 250

10 marzo 2017 | Diritto Norme Regolamenti comunali Senza categoria

puglia-1575452_1920 prova 3

Il Regolamento adottato dal Consiglio comunale di Taranto ricalca, in modo piuttosto fedele, il testo regolamentare bolognese, valorizzando, nondimeno, il ruolo dei quartieri, in relazione allo sviluppo di percorsi di cittadinanza attiva e gestione condivisa dei beni comuni.

In primo luogo, in analogia con quanto previsto in molti altri testi regolamentari sull’amministrazione condivisa, la collaborazione con i cittadini attivi è concepita quale funzione istituzionale dell’amministrazione comunale, ai sensi dell’art. 118, co. 4, Cost.; l’organizzazione di tale funzione, inoltre, è tesa ad assicurare la prossimità al territorio, il coordinamento con gli organi di indirizzo […]

Legge 19 agosto 2016, n. 166 su prodotti alimentari e farmaceutici e limitazione degli sprechi

21 febbraio 2017 | Costituzione e leggi statali Diritto Norme

index

La legge 19 agosto 2016, n. 166, sulla donazione e la distribuzione di taluni beni, regola organicamente e, in parte, innova la materia della distribuzione gratuita di beni essenziali per finalità solidaristiche e per limitare gli sprechi. La legge, traducendo in norme cogenti i principi enunciati dalla Carta di Milano, costituisce quasi un unicum nel panorama europeo (seconda, in ordine di tempo, soltanto alla legge francese n. 2016-138 dell’11 febbraio 2016 «relative à la lutte contre le gaspillage alimentaire»).

Attesa la pervasività delle disposizioni specificamente riguardanti gli sprechi alimentari (artt. 2-12 e 17), idonee, forse più di quelle “comuni” (artt. 1, 2, lett. b), e), 16, 18), a fondare i principi generali della materia, conviene in questa sede analizzare la disciplina legislativa evidenziandone le linee generali di tendenza che la caratterizzano. L’obiettivo della legge […]

Corte dei Conti, Lombardia, Delibera 6 settembre 2016, n. 225

5 febbraio 2017 | Corte dei conti Diritto Giurisprudenza

corteconti001

La Corte dei Conti, sezione della Lombardia, con la Delib. n. 225 del 6 settembre 2016, ha ribadito alcuni aspetti applicativi in relazione all’istituto del baratto amministrativo; escludendo peraltro la possibilità di individuare negli articoli 24 del D.L. n. 133/2014 e 190 del D.Lgs n.50/2016 una sorta di “baratto transattivo”.

I quesiti alla Sezione lombarda della Corte dei conti Il Sindaco di un Comune lombardo ha recentemente trasmesso alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti tre quesiti relativi all’interpretazione e all’applicazione di due delle disposizioni che hanno introdotto nel nostro ordinamento l’istituto del “baratto amministrativo”, ben noto oramai ai lettori di Labsus, e […]