Enti locali

Il governo della competitività urbana

«Nel mondo globalizzato sono state abbattute le barriere tra i vari Pa

Metà della ricchezza mondiale viene prodotta nei centri urbani.

Metà della ricchezza mondiale viene prodotta nei centri urbani. Peter Kresl, studioso americano, autore di The urban response to internazionalization, assieme a Earl H.

Fry, ha messo a punto un indicatore per misurare la competitività delle città che si basa su tre variabili: il valore aggiunto dell’industria, le vendite al dettaglio e i servizi alle imprese e professionali.

Con questo indice ha classificato le città americana. Ora è stato chiamato dall’Aislo – Associazione italiana incontri e studi sullo sviluppo locale – a coordinare un progetto di ricerca "Il governo della competitività urbana: fattori, indicatori, benchmarking", i cui risultati saranno presentati a Napoli il 7 luglio.

L’obiettivo della ricerca è fornire alla classe dirigente locale gli strumenti per individuare le leve che possono essere azionate per migliorare la competitività delle città.

Nella lectio magistralis tenuta a Barletta nel 25 (disponibile in www.aislo.it/asp/AI_AnaliticoArticoliIntervisteView.asp?Prov=1&Id=144&IdTipo=R), già si intuisce che uno degli elementi vincenti nella competizione fra città è rappresentato dalla implementazione di un adeguato sistema di governance del territorio e degli interessi che su di esso ricadono, nonché dall’adozione di tecniche di pianificazione strategica.



Lascia un commento