L'impegno degli organizzatori e delle amministrazioni che partecipano è di individuare un progetto reale e concreto che si dovrà radicare nel territorio attraverso la collaborazione dei corsisti nei mesi e negli anni successivi
Sussidiarietà 07

Labsus in cattedra

Roma, Carbonia, la Locride, Benevento e la Puglia

“Come sperimentare la partecipazione“ è questo il tema di cinque percorsi di formazione che Labsus sta sviluppando insieme a Cittadinanzattiva e il Formez nell'ambito della convenzione con il Dipartimento della funzione pubblica.
Tra i relatori Gregorio Arena, Fabio Giglioni, Mauro Bonaretti.

Coordinati da Elena Tropeano del Formez di Cagliari e nell’ambito della convenzione con il Dipartimento della funzione pubblica è partita l’attività di formazione progettata e curata da Labsus insieme al Formez e a Cittadinanzattiva.
Un percorso di formazione di interesse generale che, proprio per questa caratteristica, riunisce nella stessa aula funzionari delle pubbliche amministrazioni, cittadini attivi, e associazioni secondo una logica di sussidiarietà orizzontale.

Ogni percorso formativo prevede quattro giornate in aula e due giornate "a distanza".

Tre giornate ogni quindici giorni (vacanze permettendo)

Nella prima giornata Gregorio Arena o Fabio Giglioni (entrambi della nostra associazione) presentano la nuova sfida per le amministrazioni con l’obiettivo di sviluppare le capacità di analisi del cambiamento in atto approfondendo i concetti base della sussidiarietà.

Nella seconda giornata si affronta la comunicazione e l’ascolto come modalità per ridefinire l’amministrazione per innescare un processo di ripensamento dell’amministrazione attraverso la promozione di nuove forme di partecipazione e di strummenti comunicativi efficaci. Ne parla Nicoletta Levi del servizio comunicazione del comune di Reggio Emilia.

Nella terza giornata viene presentato dallo staff didattico composto da Daniela Mondatore (di Cittadinanzattiva) e Donatella Spiga (del Formez) il "project work" con il quale si cercheranno di sviluppare le competenze progettuali e consolidare, proprio per la compresenza in aula di cittadini ed amministratori, caratteristica della formazione di interesse generale, la collaborazione tra cittadini e funzionari.

Un lavoro di gruppo che dovrà incidere sulla realtà

Successivamente, e per circa un mese, i tutor di progetto seguiranno l’elaborazione del project work confrontandosi a distanza con i partecipanti orientandoli e garantendo il raccordo con gli esperti. E’ questa una fase che vede il nostro sito al centro dello scambio dei materiali e delle elaborazione tra i corsisti.

Concluderà il percorso formativo un seminario finale per la presentazione del lavoro svolto in tutti e cinque i territori dove si svolgono i percorsi formativi con l’individuazione delle modalità di attuazione e le prospettive future.

E sì! perché l’impegno degli organizzatori e delle amministrazioni che partecipano è di individuare, nel project work, un progetto reale e concreto che si dovrà radicare nel territorio attraverso la collaborazione dei corsisti nei mesi e negli anni successivi al corso. Ed è proprio questa capacità di trasformare la teoria in agire concreto la sfida e il criterio di valutazione della validità dell’esperienza formativa.

Cinque territori di cinque diverse realtà amministrative

Cosa resta da dire? Dove si svolgono i corsi. Per rendere l’esperienza articolata e completa si sono scelte realtà amministrative di diversi livelli: un grande municipio di Roma, una piccolo comune, un consorzio di più comuni, una provincia ed una regione: rispettivamente il Municipio II, Carbonia (in Sardegna), i comuni della Locride, la provincia di Benevento e la regione Puglia.

Rimanete collegati con il nostro sito e seguirete gli sviluppi del percorso e del progetto. Pubblicheremo le relazioni, i materiali didattici elaborati, i casi concreti ai quali si vuole cercare una risposta con una amministrazione condivisa. le bozze e i documenti finali dei vari gruppi.

Tutta l’esperienza verrà raccolta in una pubblicazione curata da Labsus.

Per informazioni: d.mondatore@cittadinanzattiva.it.
In allegato i tre programmi dei primi percorsi formativi.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento