Servizi sociali

Persone senza dimora e sussidiarietà

Una riflessione che nasce dall'esperienza di strada

Gli autori di questo saggio, entrambi da anni impegnati in prima linea al servizio delle persone senza fissa dimora, sostengono "che nell’ambito della sussidiarietà e della sua pratica l’esclusione sociale costituisce, paradossalmente, un laboratorio in cui si può testare e capire con particolare forza e pregnanza di significato come essa può essere agita" e che dunque "la grave emarginazione è per sua natura un luogo privilegiato dove o si pratica l’approccio secondo un criterio di sussidiarietà, oppure l’intervento che ne deriva perde di efficacia e di valore".



ALLEGATI (1):

Lascia un commento