Gli studenti progettano interventi di sussidiarietà orizzontale
Notizie

La città è un bene comune

l diritto al senso di cittadinanza attiva

Gli studenti delle scuole umbre, per il secondo anno consecutivo, sono chiamati a partecipare al concorso “Progettare gli spazi di vita”.
L’iniziativa fa parte dell’azione della regione “Adotta un diritto” e vuole promuovere, in particolare, il diritto a una città amichevole e al senso di cittadinanza attiva.

Grazie al concorso, i giovani delle scuole primarie, secondarie di primo grado e delle prime due classi delle scuole superiori umbre, avranno l’opportunità di studiare il proprio territorio e la vita della comunità, le esigenze di salvaguardia amnientale e di relazione tra i cittadini.

I ragazzi sono invitati ”ad analizzare e valutare, a partire dal proprio punto di vista e dalle proprie esigenze, gli ambienti dove quotidianamente vivono e ad elaborare un progetto che coinvolga le istituzioni locali, gli enti e i privati cittadini interessati, promuovendo in tal modo l’esercizio della cittadinanza attiva”. In pratica, progetti ispirati al principio di sussidiarietà orizzontale come cura dei beni comuni attraverso la collaborazione tra attori pubblici e cittadini.

I sei progetti vincitori, selezionati da un’apposita giuria, riceveranno un premio di 5mila euro per realizzare l’intervento progettato.



Lascia un commento