Costituito il gruppo guida per la realizzazione delle azioni: cittadini e amministratori insieme, nello spirito della sussidiarietà orizzontale
Notizie

Ravenna rinasce con i cittadini attivi

Presentate le proposte sulla zona della stazione

Come già annunciato su queste pagine, il 22 luglio, a Ravenna, si è svolto un incontro pubblico sulla zona della stazione. Sono stati presentati i risultati di un'indagine condotta da 11 focus groups costituiti da residenti e commercianti.
La serata è stata anche l'occasione per formare il 'gruppo guida': 31 persone che avranno il compito di impostare le risposte ai fabbisogni emersi dall'indagine.

La serata, che ha visto la partecipazione del sindaco, dell’assessore Farabegoli, dei due nuovi consiglieri aggiunti, è stata seguita da oltre ottanta cittadini. Gli operatori del progetto CittA@ttiva, Andrea Caccìa e Stefania Pelloni, hanno presentato i dati emersi dai focus groups evidenziando le proposte espresse dai cittadini: nuovi servizi, animazione dei giardini, maggiore illuminazione pubblica. Ma anche proposte per la promozione della zonda, come eventi e la creazione di un centro di aggregazione.

Dai cittadini è emerso anche il bisogno di partecipare alle decisioni e alle scelte pubbliche, per contribuire alla costruzione di un tessuto sociale nella zona. Non manca la domanda di controllo, di promozione di interventi sul disagio sociale e di agevolare le attività commerciali ed artigianali della zona.

E’ seguito un dibattito che ha evidenziato la volontà dei cittadini di esprimersi e di farsi attivi nelle proposte e nella realizzazione. A fine serata i presenti sono stati invitati a formare un gruppo guida, che ha visto l’adesione di ben 31 persone. Si tratta di 17 uomini e 14 donne; 2 sono gli italiani e 11 gli immigrati. Le parti sociali più rappresentate sono i residenti (9 persone), le associazioni ravennati (7 persone), 6 frequentatori della zona, 4 commercianti, 2 operatori sociali. Hanno aderito anche i due neoeletti consiglieri comunali aggiunti. Il gruppo rimane comunque aperto e già altre persone, che non hanno potuto partecipare alla serata, si sono aggiunte.

Il gruppo guida avrà il compito fondamentale di attivarsi in azioni concrete, elaborare proposte e progetti che forniscano risposte ai bisogni prioritari emersi nella fase di ricerca.



Lascia un commento