Iniziative locali e condivisione continua sono le chiavi del progetto
Notizie

Toscana, giovani a scuola di cittadinanza attiva

Un progetto dell ' unione delle province

Coinvolgere i giovani del territorio, indipendentemente dalla loro “cittadinanza di passaporto” in progetti di promozione della cittadinanza attiva: con questo obiettivo è nato il progetto Uniti per i giovani toscani, promosso dall’unione delle province (Upi) regionale.
Proprio in questi giorni, al termine della selezione dei beneficiari, prendono avvio le iniziative locali.

Il progetto, finanziato con 337mila euro, ha il forte vantaggio di vedere affiancate tutte le province della Toscana, nel tentativo di rendere le politiche di promozione della cittadinanza attiva giovanile più integrate e meno frammentarie.

Nello scorso giugno, i rappresentanti tecnici degli enti coinvolti si sono incontrati per condividere contenuti, tempi e linguaggi da utilizzare nella realizzazione degli interventi a livello locale. Alla fine di ottobre, invece, dieci giovani per ogni provincia parteciperanno al Campus Albachiara, mentre a novembre sei giovani per territorio si vedranno a Grosseto per parlare dei contenuti delle iniziative.

Tra dicembre e gennaio si svilupperanno le iniziative locali e ogni territorio si concentrerà su un tema specifico. Arezzo sul divertimento sicuro; Firenze sulla cooperazione e i rapporti Nord-Sud del mondo; Grosseto sulla comunicazione e informazione; Livorno sull’impegno responsabile; Lucca sul patto di convivenza; Massa Carrara sugli spazi per l’espressione; Pisa sulla creatività al servizio della città; Pistoia sui processi partecipativi; Prato su diritti, cittadinanza e intercultura; Siena sullo sviluppo delle politiche locali.

Il progetto si concluderà nel marzo 29 con un meeting a Firenze. Ulteriori informazioni sul programma sono reperibili sui siti internet delle dieci province toscane.



Lascia un commento