Il concetto di regola va inteso non come un meccanismo imposto dall\'alto, ma come uno strumento di convivenza, da scegliere attraverso un\'ampia condivisione nel gruppo
Notizie

Regoliamoci

Ambiente, Legalità e Formazione

Associazione Libera e Federparchi si alleano per un progetto di educazione alla legalità in materia ambientale.

Il concorso nazionale "Regoliamoci!" è organizzato dall’associazione Libera, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ed è rivolto a studenti delle scuole primarie e secondarie e delle agenzie formative. L’obiettivo principale del concorso è quello di offire agli studenti l’opportunità di cimentarsi sui temi dell’educazione alla responsabilità e alla legalità.

Per l’edizione di quest’anno, il tema prescelto verte sull’ambiente e su quei comportamenti degenerativi che, proprio sulle grandi questioni ambientali, vedono protagoniste le mafie.

E così Federparchi, già molto impegnata sul fronte dell’educazione al rispetto dell’ambiente e alla cittadinanza responsabile, ha scelto di contribuire a questa iniziativa attivando la rete dei Cittadini del Parco. Le scuole aderenti al progetto-pilota di Federparchi parteciperanno, dunque, a "Regoliamoci!" e presenteranno elaborati per il concorso organizzato da Libera. La Federparchi, inoltre, metterà a disposizione della rete di "Regoliamoci!" materiale didattico sul tema.

Si tratta di un’alleanza sorta nel segno della difesa dei beni comuni.

Il concorso "Regoliamoci!" rappresenta un esempio concreto di manutenzione civica di beni comuni. Con questo progetto viene, infatti, tutelato un meta-bene comune, che è quello dell’educazione alla legalità.

Alla base del concorso è, infatti, un "concetto di regola, inteso non come un meccanismo imposto dall’alto, ma come uno strumento di convivenza, da scegliere attraverso un’ampia condivisione nel gruppo. In quest’ottica, la regola entra nella vita degli studenti attraverso il gioco, e diventa un elemento indispensabile per il buon funzionamento della società. Lo studente, in altri termini, è visto non solo come destinatario passivo delle leggi, ma come custode attivo delle regole fondamentali (a partire da quelle della nostra Carta Costituzionale) ed interprete della società nella quale le leggi sono applicate".

Parimenti, Cittadini del Parco è un progetto di educazione ambientale realizzato dalla Federparchi per le scuole secondarie di primo grado che si trovano all’interno di parchi nazionali, aree marine protette e riserve naturali statali. L’iniziativa prevede percorsi didattici – realizzati dalle scuole in stretta collaborazione con gli enti parco – incentrati sulla cittadinanza attiva e responsabile, oltre che sui temi della conoscenza e del rispetto del territorio.

Per saperne di più:
Regoliamoci 28
Cittadini del parco



Lascia un commento