La legge crea la possibilità di una pianificazione concertata, che potremmo definire di comunità
Labsus Papers

Gli strumenti della sussidiarietà nel sociale

Riflessioni sulla legge 241 del 1990 e successive modificazioni

Il principio di sussidiarietà è entrato, oramai da tempo, anche nella disciplina degli appalti pubblici dove è possibile una concertazione tra soggetti pubblici e privati per la cura del bene comune.

L’autore del Labsus Paper N.22, Paolo Pozzani, analizza come si siano modificati i rapporti tra pubblica amministrazione e no profit negli ultimi anni alla luce delle novità introdotte dalla legge 241 del 199 e sue successive modificazioni. Il nuovo paradigma, nato soprattutto in base all’articolo 11 della legge, è quello dei cosiddetti “rapporti nella sussidiarietà ” , ovvero l’introduzione di strumenti di diritto privato nelle procedure degli appalti pubblici.

La normativa crea, dunque, una nuova prospettiva in cui sono coinvolti vari soggetti, sia pubblici che privati, che sostituisce “l’automatismo della gara tradizionale in nome di correttivi che assumono le forme dell’appalto-concorso, della co-progettazione, del dialogo competitivo” . L’utilizzo di strumenti di diritto privato, soprattutto nella stipula dei contratti, ha, di fatto, cambiato radicalmente il modus operandi della pubblica amministrazione, facendo sìche il punto d’incontro tra interesse pubblico e privato ne divenisse il fulcro principale. Alla fine, secondo Pozzani, ” si rileva una sorta di coinvolgimento del privato nella cura della cosa pubblica ” .

La legge crea, dunque, un vasto campo d’azione in cui possono intervenire diversi soggetti giuridici ” nel conseguimento di una finalità generale individuata ed infine riconosciuta comune ” fornendo i presupposti per la co-progettazione. Ciò sicuramente non intacca i poteri autoritativi della P.A., ma crea la possibilità , soprattutto nel campo degli affari sociali e dei servizi alla persona, di “una pianificazione concertata, che qualcuno ha chiamato di comunità ” .

Il legame tra questi concetti e quello di governance è evidente, laddove proprio la concertazione tra i vari soggetti, pubblici e privati, costituisce la base di un nuovo modo di intendere la cosa pubblica, basata sul principio di sussidiarietà .

Citazione suggerita:

Pozzani P., Gli strumenti della sussidiarietà sociale, in Labsus Papers (211), Paper N.22



Lascia un commento