Tutti possono partecipare al progetto, " ammappando " un percorso e sostenendo l ' iniziativa tramite un crowdfunding
Notizie Notizie

àˆ nata la mappa ” aperta ” dell ‘ Italia a piedi

Tutti possono contribuire al blog collettivo " Ammappalitalia "

Per le persone che amano andare a piedi, scoprire le bellezze del territorio da vicino, è nato il progetto " Ammappalitalia " : si tratta di un blog collettivo, al quale tutti possono contribuire, che mira a raccogliere i percorsi e i tracciati della penisola italiana tramite il contributo delle persone che li segnalano, specificando anche una serie di informazioni quali descrizione, durata del percorso e grado di difficoltà . Concretamente, si tratta di un ' enciclopedia libera e gratuita per il trekking in Italia.

Percorrere a piedi un territorio significa scoprirne le ricchezze meno note e più affascinanti, significa rispettare il territorio stesso e valorizzarne le potenzialità , significa capire il modo in cui è stato vissuto per secoli dagli uomini che vi abitavano. E’ un modo di vivere lo spazio educativo e sostenibile. Ecco perché si è pensato di mettere in piedi un progetto che permetta la condivisione da parte di tutti di percorsi a piedi nel territorio italiano: chiunque lo desideri può segnalare al blog collettivo sentieri, mulattiere, strade bianche che sono percorribili da chi vuole sperimentare, o già pratica come appassionato, il trekking. Basta segnalare all’indirizzo mail ammappa.te@ammappalitalia.it una descrizione del percorso, con punto di partenza e di arrivo, la durata, il modo in cui è percorribile (a piedi, in bici, a cavallo), una fotografia rappresentativa, il grado di difficoltà , la percentuale di strade asfaltate, il giorno in cui si è percorso il tragitto. Si possono anche aggiungere tutta una serie di informazioni facoltative, quali commenti e note personali.

Per un turismo sostenibile

Ammappare l’Italia, nell’idea del progetto, significa valorizzare le risorse di un territorio ricco ed esteticamente pregevole quale quello italiano, rispettandone le peculiarità e valorizzandole con forme di turismo sostenibile. La mappa che si sta costituendo attraverso il progetto può essere utile sotto più punti di vista: può servire al turista alla scoperta dell’Italia e delle sue tradizioni, ai piccoli spostamenti degli abitanti locali e a monitorare costantemente strade sterrate e campagne che, se abbandonate, diventano spesso luoghi di discariche e abusi edilizi. L’eco-viaggiatore può quindi usufruire, attraverso ” Ammappalitalia ” , di un’enciclopedia vasta e precisa senza dover comprare libri di sentieristica, spesso difficilmente reperibili. Il territorio e il paesaggio ne beneficiano in termini di monitoraggio e valorizzazione di borghi antichi, paesini e comunità rurali che spesso non sono sufficientemente conosciuti e apprezzati.

Sostenere con il crowdfunding

E’ possibile anche sostenere il progetto tramite un crowdfunding, che sta avendo un discreto riscontro: si può versare una quota di 10 euro, fino al raggiungimento della quota di 2000 euro utile a implementare il sito e renderlo più efficace ed efficiente. Per esempio, permettendo l’interazione con googlemap/openstreetmap e aggiungendo alcune funzioni più complesse. Il progetto quindi, partito come un archivio open source, mira ad arrivare a costruire una vera e propria mappa interattiva del territorio italiano, con la quale chiunque lo voglia possa costruirsi un itinerario personalizzato percorribile a piedi, senza l’ausilio di alcun mezzo meccanico, automobile, treno o bus.

LEGGI ANCHE:

Il Miglio Onlus: una cooperativa sociale ” amica del territorio ”

Le cooperative di comunità

Crowdfunding civico: una proposta

 



Lascia un commento