Quando gli sprechi di cibo si trasformano in risorse

Equoevento dunque è la scelta migliore per dare un valore aggiunto a quell ' evento che decidiamo di organizzare

Partecipando a matrimoni, convegni o qualunque altra festa ad ognuno di noi, almeno una volta, sarà  capitato di notare la quantità  di cibo presente domandandosi se tutti quegli alimenti sarebbero andati sprecati, gettati nel cestino come se nulla fosse. Nell’arco di un anno infatti circa un quintale di cibo finisce nella spazzatura.
Equoevento è una organizzazione senza scopo di lucro nata nel settembre 2013 con l’obiettivo di ritirare il cibo in eccesso agli eventi di grandi dimensioni per offrirlo a mense, case famiglia e ad enti caritatevoli dando cosìuna mano a chi ne ha più bisogno. Inoltre il privato, organizzatore della festa, può tutelare il suo lavoro dell’eventuale spreco di cibo. Il funzionamento di questa associazione è molto semplice, chi decide di sostenere il progetto concorda il luogo e l’orario in cui è possibile ritirare gli alimenti che verranno poi immediatamente smistati negli enti che ne hanno necessità .

Solidarietà , ambiente ed equità 

Equoevento, nello stesso anno in cui è stato fondato, è stato sostenuto anche da Papa Francesco, allo stesso modo chiunque può effettuare una donazione oppure offrire il proprio aiuto come volontario. Appoggiare questa idea significa aiutare la distribuzione di cibo di alta qualità  a persone che si trovano in situazioni di disagio economico e sociale riducendo cosìallo stesso tempo la produzione di rifiuti e lo spreco di alimenti. Equoevento dunque è la scelta migliore per dare un valore aggiunto all’evento che decidiamo di organizzare.
Per contattare l’associazione è possibile visitare il sito dedicato all’iniziativa: http://www.equoevento.org/contatti/ oppure seguirla sui social network.

LEGGI ANCHE:

 



Lascia un commento