fbpx

"La società  civile al centro del nuovo modello di sviluppo"
Notizie Notizie

Economia civile, parte la XIV edizione delle Giornate di Bertinoro

Verso un nuovo modello di sviluppo economico e sociale

Al via la XIV edizione delle Giornate di Bertinoro per l ' Economia civile, uno degli appuntamenti più interessanti in Italia per approfondire i temi dell'economia solidale e  per discutere di un nuovo modello di sviluppo economico attraverso il confronto tra i maggiori esponenti del Terzo settore, del mondo universitario, delle imprese e delle istituzioni.

Il 10 e l’11 ottobre si terrà  la XIV edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, un evento promosso da AICCON – Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit, ente da sempre impegnato nella promozione della cultura della solidarietà . L’AICCON infatti si fa portavoce di una nuova visione dell’economia che affianca al modello classico dell’economia di mercato il ruolo della società  civile verso nuove prospettive di sviluppo.

Il tema della XIV Edizione

Le Giornate di Bertinoro nascono nel 2001 come occasione di incontro per analizzare insieme il ruolo del terzo settore in Italia. Ogni edizione è dedicata alle questioni più attuali prendendo in considerazione sia riferimenti teorici che casi pratici. Sicuramente l’obiettivo più importante che l’evento si impegna ad affrontare è quello di determinare delle linee guida per affrontare le sfide future che i soggetti del terzo settore si troveranno ad affrontare. L’argomento principale su cui si focalizzeranno i vari incontri in programma sarà  ” Dal Dualismo alla Co- Produzione. Il ruolo dell’Economia Civile ” . Argomento che permetterà  di approfondire il ruolo della famiglie, delle comunità  e delle imprese nella produzione di welfare ma che darà  anche l’input per un dibattito più ampio sui luoghi di co-produzione che siano in grado di generare innovazione sociale. L’obiettivo di questi incontri è quello di trovare le tecniche più efficaci per superare il dualismo tra la sfera economica e quella civile. Ciò che realmente impedisce al nostro paese di realizzare il suo potenziale non è la mancanza di risorse umane o di capitale, ma piuttosto la separazione tra la sfera politica e quella della società  civile. Questo produce un calo generalizzato della fiducia, un impoverimento relazionale e l’aumento delle aree di vulnerabilità . Per colmare tale distanza è necessario in primis riformare le istituzioni e in secondo luogo diffondere una diversa idea di sviluppo economico che tenga conto non solo del profitto ma soprattutto del benessere delle persone.
L’evento appare di significativa importanza dal momento che la rilevanza economica assunta dal mondo del no-profit in Italia e soprattutto l’approvazione del disegno di legge delega sul Terzo settore hanno  messo in luce il ruolo sempre più preponderante che l’economia sociale sta assumendo nel nostro paese.

LEGGI ANCHE:

 



Lascia un commento