fbpx

"Con questo regolamento si cambia concezione, facendo della partecipazione e del confronto i cardini di una buona amministrazione e quindi di una migliore società "
Notizie Notizie Regolamento amministrazione condivisa

Cortona, firmati i primi Patti di collaborazione

Dopo l ' adozione del Regolamento di Labsus continua la via verso la collaborazione tra cittadini e amministrazione

Prosegue il viaggio di Labsus alla scoperta di come il Regolamento per la cura dei beni comuni stia cambiando, in Italia, il modo di intendere l'agire della pubblica amministrazione, con speciale riguardo ad un maggior coinvolgimento dei cittadini attraverso lo strumento innovativo dei patti di collaborazione.

A Cortona, nella Val di Chiana, il 22 dicembre 2014 è stato approvato il Regolamento di Labsus. Oggi, a quasi un anno di distanza, i risultati sono più che soddisfacenti.
Abbiamo intervistato Andrea Bernardini, Assessore alle politiche sociali, sanità , ambiente e sport del comune di Cortona per farci raccontare come procede la via verso un’amministrazione sempre più condivisa.

A fine 2014 a Cortona è stato approvato il Regolamento per i beni comuni e ad oggi sono già  molte le richieste di intervento. Dunque l’iniziativa ha catturato l’attenzione di cittadini e associazioni in maniera importante?
E’ stato davvero un successo sia a livello già  di patti sottoscritti che a livello di informazione ed interesse generale rispetto a questo tema. La nostra realtà  è ricca di tante associazioni e nel tempo abbiamo instaurato una bella rete di rapporti tra associazionismo, amministrazioni e semplici cittadini e il regolamento dei beni comuni ha reso strutturato questo percorso.

In che modo l’amministrazione comunale si è impegnata e si sta impegnando a far conoscere questa nuova via che porta ad un’amministrazione condivisa?
Sulla stampa appena approvato abbiamo subito dato molto risalto con comunicati che illustravano il progetto poi in seguito è stato fatto un lavoro certosino di comunicazione e informazione: abbiamo convocato tutte le associazioni di volontariato del territorio e quelle sportive spiegandogli il nostro progetto e fornendogli utili indicazioni sul valore di questo strumento.
Abbiamo dedicato la prima giornata del volontariato che abbiamo fatto a maggio 2015 al tema del regolamento dei beni comuni riscuotendo in quell’occasione già  moltissimo interesse.
Inoltre abbiamo messo un avviso pubblico sul nostro sito in cui chiunque può aderire e proporre il proprio progetto che poi dovrà  essere condiviso con l’amministrazione comunale.
Infine abbiamo fatto delle riunioni nelle varie frazioni del territorio per portare a conoscenza di tutti questo nuovo regolamento.

Quali sono, in particolare, i progetti di intervento già  in portati a termine e quali quelli previsti per il futuro?
Ecco i primi patti che abbiamo approvato e che abbiamo firmato in particolari occasioni tipo ” Puliamo il Mondo ” e ” Festa dell’albero ” , si tratta di beni materiali e immateriali:

  • “Nonni amici Terontola”, servizio di sorveglianza dei bambini nell’attraversamento delle strade, promosso dall’Associazione Centro Sociale di Terontola;
  • “Nati per Leggere” – con le ragazze più grandi che leggono ai bambini piccoli e “Giochiamo al naturale ” promossi dall’Istituto Istruzione superiore L. Signorelli e IPSS G. Severini di Cortona con alunne e alunni che attueranno i progetti sul territorio;
  • “Cura del Parco Togliatti di Camucia” promosso dell’Associazione “Solidarietà  AUSER Camucia” per la pulizia del Parco e organizzazione di eventi che coinvolgano il vicinato;
  • “Sentinelle della montagna”, promosso da tante associazioni sportive che si sono impegnate a segnalare al Comune rifiuti ingombranti e a tutelare l’ambiente dove svolgono le attività  (Associazione CTG Gruppo Trekking – ASD Cavallino – Ciclo Club Quota Mille ASD – ASD Polisportiva Val di Loreto – ASD BJ Racing Team – Moto Club Cortona Gianluca Bigianti – ASD Ciclismo Terontola – Cortona Fitness A.S.D. – A.S.D. Sport Events – Circolo Arci Ossaia).
  • ” Istituto Comprensivo 1 – Cortona ” , per l’attuazione del progetto di cura del ” Cortile del Plesso scolastico U.Morra – Camucia ” ai sensi del ” Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani ” , approvato con atto del C.C. n.82/2014.

Abbiamo in definizione con alcune associazioni altri patti che sigleremo nelle prossime settimane e che riguarderanno sia beni materiali che immateriali.

Secondo lei il Regolamento, e di conseguenza i Patti di collaborazione, possono rappresentare lo strumento decisivo per riavvicinare i cittadini alle istituzioni in un momento di forte crisi di tale legame?
Assolutamente sì, è un’opportunità  importante per riavvicinare il cittadino alle scelte del proprio territorio; in questi anni e tutt’ora in molti servizi si tende ad allontanare il potere decisionale decentrandolo sempre più dal territorio come è avvenuto in Toscana per i servizi di area vasta, invece con questo regolamento si cambia completamente la concezione facendo della partecipazione e del confronto i cardini di una buona amministrazione e quindi di una migliore società .

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento