Notizie Notizie

Cinema e Terzo settore: nasce il Social Film Fund – con il Sud

Tra gli ambiti premiati anche la cura e la valorizzazione dei beni comuni

Raccontare lo sviluppo del capitale sociale del Mezzogiorno diventa possibile, grazie al Social Film Fund, iniziativa che lega imprese cinematografiche e Terzo settore. Unico nel suo genere, il bando congiunto di Fondazione Apulia Film Commission e Fondazione con il Sud mette a disposizione 400 mila euro di budget.

social Film Fund-Con il Sud

“Il Sud è dotato di un capitale sociale immenso. Ha solo bisogno di essere raccontato”. E’ con questo proposito che sorge l’accordo tra la Fondazione Apulia Film Commission e la Fondazione Con il Sud, cofinanziato dalla Regione Puglia. L’iniziativa, alla quale è possibile partecipare con ” SHORT ” (cortometraggi di 5-20 minuti) e ” DOC ” (documentari della durata di 20-52 minuti) si rivolge a binomi composti da imprese cinematografiche ed enti del Terzo settore meridionale.

Presentazione del Social Film Fund- Con il Sud, 21 dicembre 2017

Presentazione del Social Film Fund – Con il Sud, 21 dicembre 2017

Il cinema infatti, come ha ben sottolineato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano durante la presentazione del bando lo scorso 21 dicembre, ” è stato e continua ad essere promotore di innovazione, progresso e crescita sociale e culturale ” . La novità consiste nel rendere il cinema un dispositivo in grado di ” dar voce al Sud ” in quanto ” giacimento di storie che attendono solo di essere raccontate ” come ha osservato l’assessore all’Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia Loredana Capone.

Un’opportunità per raccontare i patti di collaborazione?


Puntando la telecamera su ambiti quali la valorizzazione e la cura dei beni comuni, l’ottimizzazione dei talenti, l’educazione giovanile e le iniziative economiche, è possibile dar vita ad una collaborazione tra il mondo del cinema e le organizzazioni no profit meridionali. In particolare, la valorizzazione dei beni comuni (intesi qui come “patrimonio storico-artistico e culturale; ambiente e paesaggio; beni confiscati alle mafie”), rappresentando l’anello di congiunzione che lega due mondi apparentemente distanti (quali il cinema e il Terzo settore), può creare occasioni di sviluppo sociale, culturale ed economico conducendo, con il tempo, a grandi risultati.
Successivamente alla pubblicazione dell’avviso sul sito dell’ Apulia Film Commission, che avverrà nel mese di gennaio 2018, saranno selezioneati 10 progetti a cui destinare fino a 40mila euro per la loro realizzazione. Il bando, incoraggiando la produzione di opere audiovisive incentrate su temi sociali, potrebbe dunque rappresentare un’ottima occasione per raccontare i numerosi patti di collaborazione diffusi nel sud Italia.

LEGGI ANCHE:

 



Lascia un commento