Beni comuni e amministrazione condivisa

Piazza Costantino, Milano: Porta Adriano

Una piazza come crocevia di percorsi e ingresso al quartiere

Il 22 dicembre scorso in un evento online “A piccoli Patti: le bambine e i bambini reinventano la città” è stato firmato il patto “Porta Adriano”.
Gli spazi di Porta Adriano si trovano in piazza Costantino, tra via Padova e via Adriano, un luogo che per il quartiere è la porta di casa. Si tratta di uno scorcio abbandonato al degrado e al traffico, nonostante la splendida vista sul naviglio storico della Martesana. Dal patto di collaborazione emerge una progettualità ambiziosa che intende partire dalla cura dell’aiuola per avviare un percorso virtuoso che tenga insieme performance artistiche, intrattenimento culturale, educazione ambientale.
L’iniziativa rientra nell’ambito di Luoghicomuni, l’azione del programma Lacittàintorno di Fondazione Cariplo orientata alla rigenerazione e alla cura condivisa di spazi aperti collettivi attraverso i Patti di collaborazione, a cura di Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà con la collaborazione tecnica di Italia Nostra.

Interviste a cura delle bambine e dei bambini ai firmatari del Patto (Fonte:Luoghicomuni)

 

Una piazza da vivere…insieme

Al centro di questo Patto ci sono gli studenti e le studentesse della scuola primaria V.Bottego. Sono stati infatti loro ad avere individuato nella Piazza Costantino un luogo importante e custode di memorie da dover restituire al quartiere. Un luogo da rigenerare attraverso attività di pulizia e cura del verde, eventi culturali, momenti aggregativi e come luogo per la didattica all’aperto.
Le associazioni Legambiente Crescenzago, Amici di Casa della Carità, Son-Speranza oltre il noi, Sanpapiè, Musicamorfosi, Il Corpo Musicale di Crescenzago e i cittadini attivi Viviana Bucci e Giuseppe Bresciani sono le diverse anime che hanno accolto con entusiasmo l’appello dei bambini di Adriano, per trasformare la Piazza Costantino da un luogo di passaggio e poco curato a un luogo di sosta e d’incontro. Le piazza diventa così un luogo da vivere e un luogo di scambio generativo tra le diverse generazioni.

Messa a dimora di fiori e piante nelle fioriere in Piazza Costantino (Fonte:Luoghicomuni)

 

Facciamoci guidare dai bambini e dalle bambine

“Facciamo in modo che in questo periodo così difficile, siano i bambini ad indicarci la via”. Questo è stato il motto di tutti i firmatari. Il calendario delle attività realizzate finora parte proprio dal coinvolgimento dei bambini e delle bambini della scuola primaria V .Bottego.
Il 13 febbraio 2021 i firmatari si sono dati appuntamento per dare il via alle attività previste dal Patto con la posa delle 5 fioriere con l’obiettivo di dissuadere il parcheggio abusivo e rendere la piazza sempre più accogliente.
Ad Aprile 2021 i bambini e le bambine della scuola Primaria V.Bottego sono diventati giornalisti per un giorno. A rispondere a tutte le loro curiosità c’erano alcuni dei firmatari del Patto che hanno raccontato aneddoti e avvenimenti legati alla storia della Piazza.
A Maggio 2021 gli studenti e le studentesse si sono occupati della messa a dimora di piante e fiori accompagnati da Legambiente Crescenzago e hanno realizzato e appeso in Piazza striscioni e cartelloni con i loro pensieri da consegnare al quartiere.
Vi terremo aggiornati sulle prossime attività in programma.

Il cronoprogramma delle attività che hanno condotto alla firma del Patto

Il patto è sempre aperto! Se vuoi unirti scrivi a lombardia@labsus.net

 

LEGGI ANCHE: