fbpx

Nasce la prima rete nazionale di rigenerazione urbana

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 06/12/2019
10:00 - 16:30

Luogo
CasermArcheologica

Categorie


Numerose esperienze di riattivazione di spazi a fini culturali e sociali danno luogo ad un’organizzazione di rete di livello nazionale. Si tratta della prima rete che vede tra i soggetti fondatori alcune delle realtà di più lungo corso nell’ambito del riuso di spazi inutilizzati, attraverso processi culturali innovativi e l’attivazione di comunità locali. Lo scopo dell’incontro di venerdi 6 dicembre a Sansepolcro, in CasermArcheologica, è favorire il confronto tra gestori di spazi e istituzioni, imprese, fondazioni, soggetti non profit per confrontarsi su obiettivi, risultati raggiunti, ostacoli da rimuovere, condizioni abilitanti, prospettive di lavoro congiunte.

Per Labsus interverrà Elena Taverna.

La rete è composta da gestori di spazi dedicati a produrre cultura e fare società. Siamo citymaker, operatori della cultura, artisti, gestori sociali. Siamo imprenditori civici, che si impegnano in progetti di riattivazione di spazi abbandonati, dismessi o parzialmente inutilizzati per farne centri generativi, inclusivi e abilitanti per le persone e la comunità. Lavoriamo per innovare le pratiche culturali, artistiche e di welfare con l’obbiettivo di contrastare le disuguaglianze e favorire l’inclusione sociale.
Le pratiche che rappresentiamo sono un insieme di tante inclinazioni locali che dà luogo a nuove forme di economia e di lavoro. Singolarmente sono fragili, insieme rappresentano un movimento che può aprire opportunità di azione sociale diretta. Nella nostra visione, gli spazi riattivati saranno campi di sperimentazione, scambio, apprendimento e co-produzione tra gli attori dell’innovazione e della sostenibilità, nella città e nelle aree interne.
Noi siamo il cambiamento che produciamo: i tanti episodi di sperimentazione che rappresentiamo vogliono costituirsi in rete per rendere più solide e stabili le nostre pratiche di sviluppo e rigenerazione urbana, e quindi cambiare la cultura di governo, aprendola al riconoscimento e all’abilitazione dell’innovazione dal basso.

Sono disponibili gli ultimi posti per chi si iscrive all’indirizzo casermarcheologica@gmail.com.
Clicca qui per scaricare il programma.

PARTECIPANTI

ISTITUZIONI
MIBACT, Luciano Scuderi, delegato del Direttore Generale Dott. Nicola Borrelli della DG CCRU del MiBACT.
Regione Toscana
Monica Barni, Vicepresidente
Roberto Ferrari, Direttore Ricerca e Cultura
Anci
Comune di Follonica, Barbara Catalani, Assessore
Comune di Campi Bisenzio
Emiliano Fossi, Sindaco, Giorgia Salvatori, Assessore

ENTI PRIVATI E FONDAZIONI
Cassa Depositi e Prestiti, Alessandra Balduzzi
Fondazione Unipolis, Roberta Franceschinelli
Fondazione CR Firenze, Barbara Tosti
Fondazione CON IL SUD, Caterina Ronconi
Fondazione Cariplo, Chiara Bartolozzi
Fondazione Innovazione Urbana, Stefania Paolazzi

UNIVERSITA’, ENTI DI RICERCA, PROFESSIONISTI, ESPERTI
Master U Rise, IUAV Venezia, Ezio Micelli, Elena Ostanel, Adriano Cancellieri
Università di Firenze, Carlo Andorlini
MAXXI Architettura, Margherita Guccione, Direttrice
Elena Pelosi
Avanzi, Elena Donaggio
cheFare, Bertram Niessen
Federculture
Itinerari Paralleli, Tomaso Boyer
Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà, Elena Taverna
Sociolab Ricerca Sociale, Silvia Givone
Francesco Campagnari
Ilda Curti
Alfonso Raus
Filippo Tantillo

SPAZI RIGENERATI
BACO Baratti Architettura e arte Contemporanea Archivio Vittorio Giorgini(Baratti, LI), Marco Del Francia
Bagno degli Americani (Pisa), Davide Bani
BASE Milano (Milano), Matteo Bartolomeo, Angelica Villa
Cantiere Cultura Follonica (Follonica, GR), Salvatore Aquilino
Cantieri Meticci (Bologna), Angela Sciavilla
Casermarcheologica (Sansepolcro AR), Laura Caruso e Ilaria Margutti
CivicWise Italia / Ovestlab / Periferico (Modena), Silvia Tagliazucchi
Convento Meridiano (Cerreto Sannita, BN) Guido Lavorgna
Corte di Via Genova (Prato), Chiara Bettazzi
Fortezza di Girifalco / COTM (Cortona, AR), Nicola Tiezzi
CUT (Prato), Stefania Rinaldi, Simone Ridi
Ex Convento (Belmonte Calabro, CS), Stefano Cuzzocrea
FACTO (Montelupo Fiorentino, FI), Silvia Greco
FaRo Fabbrica dei saperi a Rosarno (Rosarno, RC), Angelo Carchidi
FARM CULTURAL PARK (Favara, AG), Florinda Saieva
Impact Hub / LAMA – Developing Change (Firenze) Francesca Mazzocchi
Kilowatt (Bologna), Nicoletta Tranquillo
Lucca Creative Hub (Lucca), Sabrina De Cianni
Made in Corvetto (Milano), Gilberto Sbaraini
Mare culturale urbano (Milano), Andrea Capaldi
Mare Memoria Viva (Palermo), Cristina Alga
Mercato Lorentegio / Dynamoscopio (Milano), Erika Lazzarino, Luca Garibaldo
Mercato Sonato (Bologna), Luca Cantelli
Mufant – Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino (Torino), Silvia Casolari, Davide Monopoli
@Periferica (Mazzara del Vallo, TP), Carlo Roccafiorita
Piazza Gasparotto (Padova), Valentina Romanin
Rural Revolution, il parco agricolo dei Paduli, Mauro Lazzari
Sa manifattura (Cagliari) / Caos (Terni), Linda Di Pietro
Spazi Indecisi (Forlì), Francesco Tortori
Anguriera di Chiaravalle / Terzo Paesaggio (Milano), Andrea Perini

Evento promosso da CasermArcheologica, realizzato nell’ambito di Toscanainconteporanea2019

artwork: Alessandra Baldoni