La Fabbrica del cittadino, uno strumento di “comunicazione collaborativa”

22 giugno 2014 | Notizie Notizie

Condividi la pagina

    la-fabbrica-del-cittadino-Lucca

    La Fabbrica del cittadino nasce a Lucca nell’estate del 2011 grazie all’intuizione di Giulio Luciani. Si tratta di una piattaforma web che ha lo scopo di restituire ai cittadini il ruolo di protagonisti nelle scelte politiche del proprio territorio e soprattutto di favorire il dialogo tra cittadini e Istituzioni. Allo stesso tempo offre alle amministrazioni più lungimiranti la possibilità di aprirsi al cittadino che conosce i problemi e le criticità dei luoghi in cui vive. Già nel 2011 si è provveduto ad una prima raccolta di idee e proposte dei cittadini per la stesura di programmi elettorali comunali. Dopo Lucca, i primi comuni ad aderire a questa piattaforma sono stati quello di Altopascio e Bagni di Lucca. Ad oggi tutti i comuni d’Italia possono partecipare tramite una richiesta espressa da parte dell’amministrazione o delle organizzazioni politiche. Nel 2013 si sono aggiunti al team Luca, Matteo e James che assieme al fondatore Giulio hanno dato vita alla versione 2.0 del sito. Da maggio 2014 è ufficialmente on line l’ultima versione del sito.

    Il progetto

    La Fabbrica del cittadino mette in comunicazione, veloce e diretta, i cittadini con le pubbliche amministrazioni attraverso l’utilizzo di una piattaforma web grazie alla quale i due soggetti posso dialogare e collaborare attivamente per la valorizzazione e la cura del territorio. Tutti quei cittadini che vogliono partecipare attivamente alla gestione, alla progettazione e alla cura dei proprio comune hanno finalmente la possibilità di proporre idee o di segnalare dei problemi che verranno immediatamente recepiti dall’amministrazione. Potranno votare e discutere le proposte programmatiche enunciate dell’amministazione stessa o da altri utenti. In una sola parola hanno la possibilità di partecipare attivamente alle decisioni politiche.
    Le pubbliche amministrazioni d’altro canto potranno visualizzare e catalogare le proposte dei cittadini in base al comune o alla frazione di appartenenza grazie alla geolocalizzazione su di una mappa oppure tramite la categoria e i tags inseriti dagli utenti.

    Come funziona

    Le amministrazioni possono creare facilmente una propria pagina all’interno del sito attraverso cui gestire la raccolta delle proposte, dei progetti e delle segnalazioni. Così come il cittadino che, una volta effettuata la registrazione al sito, riceverà via mail le credenziali di accesso per poter scrivere la propria proposta e geolocalizzarla su di una mappa affinché sia rintracciabile in qualsiasi momento.
    Secondo l’ideatore dell’iniziativa tre sono i concetti fondamentali attorno a cui ruota tutto il progetto: “cittadino, trasparenza e partecipazione”. Tre concetti che, legati tra loro, formano un triangolo perfetto con al vertice proprio il cittadino, colui che deve pretendere da un lato maggiore trasparenza da parte delle amministrazioni e dall’altro maggiore partecipazione alle scelte politiche del paese.

     

    LEGGI ANCHE:

    Condividi la pagina
      comments powered by Disqus