Labsus propone un piano nazionale per la manutenzione civica dei beni comuni
Labsus approfondimenti

Labsus al Forum Pa 2008

Il 13 maggio alle 10.00

Gli italiani, a parità di reddito privato, sono molto meno ricchi di molti altri cittadini europei, a causa del costante impoverimento dei beni e servizi comuni.
La sussidiarietà orizzontale può fornire una chiave nell’assunzione collettiva di responsabilità per la cura e la valorizzazione del patrimonio pubblico. Su questi temi Labsus ha promosso un convegno al Forum Pa.

Alla “tragedia dei beni comuni”, così definita da Carlo Donolo in un saggio di qualche anno fa, si può rispondere attraverso un nuovo modello di amministrazione condivisa, che favorisca la collaborazione tra enti pubblici e cittadini attivi. Labsus, impegnata a diffondere la conoscenza non solo teorica della sussidiarietà orizzontale ha lanciato, con un editoriale del presidente Gregorio Arena, una sfida per un grande piano nazionale di “manutenzione civica dei beni comuni”.

Il convegno ospitato dal Forum Pa, in programma martedì 13 maggio, dalle ore 1. alle 13., presso la nuova Fiera di Roma, servirà ad avviare un primo confronto con alcuni amministratori locali per valutare la possibilità di rendere concreta questa “utopia operativa”.

Aprirà l’incontro Gregorio Arena, presidente di Labsus. Seguiranno gli interventi di Mauro Bonaretti (direttore generale del comune di Reggio Emilia), Agostino Fragai (assessore alle riforme istituzionali della regione Toscana), Guglielmo Minervini (assessore alla trasparenza e alla cittadinanza attiva della regione Puglia) e Paolo Tamburini (responsabile comunicazione ed educazione alla sostenibilità della regione Emilia Romagna). Le conclusioni sono affidate a Carlo Donolo, docente di sociologia alla Sapienza di Roma e membro del comitato scientifico di Labsus.



Lascia un commento