Sportelli per i cittadini già esistenti erogheranno servizi per conto della Pa
Riforme amministrative

Reti amiche

Il progetto intende utilizzare le reti di sportelli, pubblici o privati, presenti sul territorio nazionale per l’erogazione di servizi della pubblica amministrazione.
Questa iniziativa dovrà consentire un miglioramento dei servizi ai cittadini attraverso l’utilizzo di canali già conosciuti dagli stessi.

Le prime reti ad avviare tale iniziativa saranno: la rete di “Poste Italiane”, con 5.74 uffici dotati di uno “Sportello Amico” per il cittadino, e la “Federazione Italiana Tabaccai” (FIT) con oltre 5. punti vendita in tutto il Paese, di cui 2. sono già attivi.

L’intenzione del Ministro è quella di migliorare la diffusione dell’utilizzo di canali telematici per offrire maggiori opportunità e aumentare l’offerta e la varietà dei soggetti erogatori. In tempi brevi dovrebbero seguire iniziate che vedono coinvolte anche le banche, le farmacie, i supermercati e le stazioni dei Carabinieri.

A questi interventi, aggiunge il Ministro Brunetta, dovrà seguire il funzionamento del Sistema Pubblico di Connettività (SPC) che consente l’interconnessione dei servizi offerti e garantisce al contempo sicurezza, privacy e trasparenza sui dati di ciascuna amministrazione.

Attualmente le amministrazioni centrali erogano servizi a cittadini ed imprese, attraverso sistemi di Front–Office, impiegando tre differenti modalità “Sportelli fisici” che forniscono servizi inerenti la sola Amministrazione di appartenenza, (vi sono 225 sportelli di cui: 1 presso Carabinieri e Polizia di stato; 11 all’estero per il MAE e l’ICE; 6 presso gli Enti previdenziali; 25 Giustizia; 25 MEF); Servizi attraverso siti web, (vi sono 182 siti web ma solo 186 sono interattivi, ossia il cittadino può depositare una pratica ed ottenere una risposta) e Servizi di call center, (i call center sono 3 con 16,5 M.ni di chiamate annue di cui 12 M.ni sono in gestione all’INPS). Le reti di telecomunicazioni del SPC sono l’infrastruttura di supporto per l’erogazione di tali servizi e per questo va garantita e completata; i siti web, per esempio, sono connessi ad internet, con specifiche modalità di sicurezza, attraverso SPC. La sfida più importante di questa operazione è dunque quella di semplificare e migliorare la fruibilità dei servizi da parte del cittadino ma nel pieno rispetto della privacy di ciascuno.



ALLEGATI (1):

Lascia un commento