L'agricoltura sociale è una pratica innovativa volta a favorire il reinserimento di soggetti svantaggiati nella comunità e a produrre beni
Notizie Notizie

Agricoltura bene comune: alla ricerca della best practice

Alla Camera di Commercio di Roma la giornata di lavoro sull ' agricoltura sociale

Martedì11 marzo alle ore 14,30 si terrà a Roma, presso l ' Aula del Consiglio della Camera di Commercio la giornata di lavoro sull'agricoltura sociale- best practice. Oggetto dell ' incontro sarà " L ' agricoltura come bene comune: idee, percorsi e strumenti per lo sviluppo dell ' agricoltura per la qualità della vita. "

” L’agricoltura come bene comune: idee, percorsi e strumenti per lo sviluppo dell’agricoltura per la qualità della vita ” è il titolo dell’incontro che si terrà martedì11 marzo alle ore 14,30 presso l’Aula del Consiglio della Camera di Commercio di Roma, in via de’ Burrò 147. L’evento si pone come obiettivo l’approfondimento ed il confronto sul tema dell’agricoltura sociale attraverso professionalità ed esperienze nel comune obiettivo di definire il ruolo dell’agricoltura all’interno del sistema di welfare.
Aprirà l’incontro il presidente della Camera di Commercio di Roma Giancarlo Cremonesi: seguiranno gli interventi di Estella Marino, assessore all’ambiente, agroalimentare e rifiuti di Roma Capitale e di Sonia Ricci, assessore all’agricoltura, caccia e pesca della Regione Lazio. A chiudere i lavori sarà Aldo Mattia, presidente ARM (Azienda Romana Mercati).

Alla scoperta dell’agricoltura sociale

L’agricoltura sociale è da intendersi come un’attività agricola multifunzionale che genera benessere nei confronti di individui svantaggiati ponendosi cosìcome un bene comune da tutelare. L’agricoltura sociale è vista oggi dagli stessi operatori economici come una pratica innovativa volta a favorire, da un lato, il reinserimento di soggetti svantaggiati nella comunità e, nel contempo, a produrre beni. Si tratta, insomma, di un’agricoltura che guarda all’inclusione sociale nonché ai temi dell’incremento occupazionale soprattutto delle fasce deboli. In un testo di Francesco Di Iacovo relativo all’agricoltura sociale per l’area di Pisa si legge che ” le aree d’intervento dell’agricoltura sociale sono numerose, come i target d’utenza: possono riguardare persone con disabilità fisica, psichica, mentale per adulti, bambini ed anziani, in momenti di difficoltà temporanea o continuata. ” Si tratta di un fenomeno in continua espansione anche a livello europeo, ma in merito a cui si evidenzia ancora una scarsa conoscenza concettuale. E’ in tale contesto che diviene cosìessenziale ampliare tali conoscenze in favore di politiche di sostenibilità e rilancio economico e ambientale dei territori cui l’agricoltura sociale sembra dare una risposta concreta.

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento