La torre medievale è pronta per visite culturali delle scuole
Storie e notizie

Bosco Minniti, la torre medievale nel condominio

Il recupero di una torre del XIV secolo nel quartiere Acradina a Siracusa


La torre di Bosco Minniti
, nel quartiere Acradina di Siracusa, è una delle torri di avvistamento medievali presenti nel territorio, di cui non si conosceva né l ' esistenza né il valore culturale. Grazie all ' iniziativa del consigliere circoscrizionale Luigi Cavarra e del prof. Michele Romano, docente presso l ' Accademia di Belle Arti di Catania, le scuole e presto anche il grande pubblico potranno visitare la torre.

La torre è stata recuperata grazie all’azione sinergica di Comune, scuola e Protezione civile. Attraverso la stipula di una convenzione (in allegato) tra il quartiere di Acradina e il Liceo artistico Gagini di Siracusa, che solleva il condominio proprietario della torre da ogni responsabilità , gli studenti di tre classi del liceo hanno potuto compiere tre sopralluoghi, l’8, il 13 e il 18 marzo 2014, per fare schizzi e prendere le misure della torre di Bosco Minniti. Al terzo sopralluogo, un ragazzo della Protezione civile A.V.C.S., che risiede nel quartiere, ha organizzato un intervento volontario di pulizia della torre insieme ad altri colleghi.

La torre è pronta per le visite

Grazie alla pulizia e agli interventi di recupero, la torre è oggi disponibile per le visite culturali: verrà anche posta una targa che spiega il valore culturale e artistico della torre stessa. Si partirà dai giovani delle scuole medie: sono previste tre date di visita, 14, 15 e 16 maggio 2014, nelle quali tre scuole medie del territorio potranno apprezzare la torre di avvistamento medievale riportata alla luce. La torre, come altri beni culturali nella zona, era stata completamente abbandonata e nessuno aveva in effetti compreso il suo valore storico-culturale.

Il progetto del restauro

A oggi il progetto del recupero e dell’apertura delle visite per le scuole è stato portato avanti solo grazie all’azione volontaria dei cittadini coinvolti, ma ci si prefigge di mettere insieme risorse per un totale di circa 20.000 euro a scopo di restauro della torre. Ci si rivolgerà alla Regione Sicilia e a privati che si dimostreranno sensibili nei confronti del progetto: del resto, tale tipo di intervento potrebbe essere condotto su molti altri beni culturali e artistici del territorio di cui non si conosce l’esistenza o il valore. E’ prevista per la metà di maggio la conferenza stampa a Siracusa per la presentazione del progetto.

In allegato il testo della convenzione tra il quartiere di Acradina e il Liceo artistico Gagini di Siracusa.

LEGGI ANCHE:

 

 



Lascia un commento