fbpx

"Un appello rivolto a tutti coloro che vogliono impegnarsi concretamente per restituire dignità  al campo sportivo"
Notizie Notizie

“Un’ora per ripulire lo stadio” a Castellaneta (TA)

I cittadini danno nuova vita allo stadio De Bellis

I volontari del Club Runner hanno organizzato un vero e proprio blitz per ripulire lo stadio De Bellis a Castellaneta (Taranto) dai rifiuti e riportarlo a nuovo splendore grazie anche alla collaborazione del Comune e dei dirigenti della locale squadra di calcio.

A Castellaneta, in provincia di Taranto, c’è chi si è stancato di vedere lo stadio De Bellis stracolmo di rifiuti e abbandonato a se stesso. Si tratta dei volontari della società  di atletica Club Runner che, stufi di attendere con le mani in mano i tempi incerti per l’inizio dei lavori di ristrutturazione dell’impianto, hanno deciso di rimboccarsi le maniche ed accogliere l’appello fatto da Agostino De Bellis, consigliere comunale nonché promotore dell’iniziativa “Un’ora per il nostro stadio“.
L’invito è rivolto non solo ai volontari del Club Runner ma soprattutto a tutti coloro che frequentano lo stadio, gli amanti dello sport e alla cittadinanza intera. In molti si sono presentati lo scorso luglio davanti alla porte dello stadio per rispondere all’appello lanciato da De Bellis. Armati di guanti, palette, scope e buste della spazzatura i volontari hanno organizzato un vero e proprio blitz in via Spinelle.

Insieme per lo stadio

E’ stata ripulita la zona della tribuna, sono state rimosse le erbacce lungo la pista di atletica, sono state raccolte decine di buste della spazzatura ed altri materiali ingombranti, sono stati posizionati nuovi cassonetti dei rifiuti con la speranza che questa volta vengano utilizzati. Inoltre l’operazione di pulizia è stata completata dall’intervento degli operatori comunali che hanno estirpato le erbacce lungo tutto il perimetro dello stadio e dagli operatori incaricati dai dirigenti della locale squadra di calcio che si sono occupati del manto erboso. L’iniziativa è stata utile, oltre che per verificare il reale stato di abbandono dello stadio, anche per constatare quali fossero le sue potenzialità . I volontari infatti sostengono che in alcuni spazi non utilizzati dello stadio potrebbe sorgere una palestra oppure un altro spogliatoio dal momento che gli allacci per luce ed elettricità  sono già  presenti. Costruire insieme all’amministrazione locale una collaborazione proficua nell’interesse di tutta la cittadinanza per il recupero di spazio comune è stato l’obiettivo dell’iniziativa che punta, inoltre, ad accelerare le operazioni di ristruttarazione dello stadio.

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento