Si sviluppano nuove forme di mecenatismo grazie all'Art Bonus
Notizie Notizie

Con Art Bonus si adottano le opere d’arte

Grazie a questa iniziativa Ferrara vuole ristrutturare il colonnato di Piazza Municipale

Il comune di Ferrara attraverso l'Art Bonus ha intenzione di portare avanti un'opera di restauro e manutenzione del colonnato di Piazza Municipale (lato ovest) e del portale su Via Garibaldi. L'Art Bonus è un'iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo che prevede dei benefici fiscali sotto forma di credito di imposta per chi effettua erogazioni liberali per il sostegno della cultura e dello spettacolo.

Ai sensi dell’art.1 del D.L. 31.5.2014, n. 83, “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”, convertito con modificazioni in Legge n. 106 del 29/07/2014 e s.m.i., è stato introdotto il cosiddetto “Art Bonus ” che permetterà ai mecenati di avere diritto ad una detrazione fiscale del 65% per tutti i versamenti effettuati nel 2014 e nel 2015 e del 50% per quelli effettuati nel 2016. Lo scopo è quello di sviluppare nuove forme di mecenatismo attraverso l’incentivo degli sgravi fiscali.

Art Bonus a Ferrara

Nel comune di Ferrara, dopo aver esaminato diverse proposte ed iniziative, si è deciso di utilizzare i fondi provenienti dalle erogazioni liberali per restaurare il colonnato di Piazza Municipale il cui costo totale dei lavori ammonta a circa 30mila euro.
Per partecipare all’iniziativa i versamenti dovranno essere effettuati sul c/c intestato a Comune di Ferrara presso Tesoreria Cassa di Risparmio di Ferrara (IBAN IT26K061551301500000204201 con causale ” Donazione Art Bonus Adotta una colonna ” ).
L’Art Bonus dunque rappresenta un’opportunità attraverso cui il Comune individua alcuni progetti emblematici e importanti a cui dedicare eventuali donazioni mentre i cittadini (o anche soggetti giuridici) possono destinare qualsiasi somma a tali progetti, recuperandone buona parte nei successivi tre anni.

Informazioni sull’Art Bonus

Le erogazioni liberali effettuate in denaro che danno diritto al credito di imposta, devono riguardare gli anni di imposta 2014, 2015 e 2016 e devono essere riferiti ai seguenti interventi:
manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici; sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica come musei, biblioteche, archivi, aree, parchi archeologici e complessi monumentali; realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo; sostegno a fondazioni lirico-sinfoniche e dei teatri di tradizione ed in questo ultimo caso le agevolazioni fiscali previste dall’Art Bonus si applicano per le erogazioni effettuate a partire da 2015.
Finora hanno aderito a questa iniziativa 710 mecenati nei numerosi progetti che è possibile seguire e sostenere sul sito artbonus.gov.it

LEGGI ANCHE:

” Ferrara mia ” , i cittadini partecipano alla cura dei beni comuni
” Ri-generazione urbana ” a Ferrara
Le scuole come beni comuni, un progetto partecipato della città di Ferrara

 



Lascia un commento