Beni comuni e amministrazione condivisa Storie e notizie

Le iniziative di Leroy Merlin in supporto ai cittadini attivi

Generare valore sociale come parte integrante del fare impresa

Bricolage civico, Il bosco fai da noi e Lessons for good sono alcune delle iniziative che Leroy Merlin promuove per sostenere i cittadini impegnati nelle “valorizzazione della cura del bene comune”, si legge sul sito dell’azienda. Decidiamo di presentarle brevemente per  informare cittadini, associazioni, amministrazioni che desiderano attivarsi per la cura dei beni comuni e sono alla ricerca di un supporto concreto per avviare le loro iniziative.

Bricolage civico

L’iniziativa Bricolage civico si pone come obiettivo il supporto a vari soggetti (inclusi comitati, associazioni, organizzazioni di volontariato, ONG, istituti scolastici…) che desiderano attivarsi per “valorizzare il bene comune”. Tale supporto si concretizza nella possibilità di accedere a costo ridotto ai prodotti di Leroy Merlin utili per portare avanti le iniziative di cittadinanza attiva. Fare domanda è semplice: basta accedere a car.leroymerlin.it e presentare il proprio progetto mediante la compilazione del form di partecipazione. La valutazione del progetto sarà a discrezione della società ma, come sottolineato da Luca Pereno, coordinatore Sviluppo Sostenibile Leroy Merlin, spesso, più i gruppi di cittadini rappresentano piccole realtà, anche poco organizzate, e più sono considerate meritevoli di supporto. “In questi volontari – afferma Luca Pereno – si avvertono passione, voglia di fare, di attivarsi e fare rete con gli altri”. Ciò che è fondamentale, e viene maggiormente tenuto in considerazione durante la valutazione, è che si tratti di progetti che generino valore per la comunità o per i beneficiari. Tutto è legato al concetto di azienda, del resto. L’azienda nasce per generare un valore: economico, ambientale e sociale e umano.

Bosco fai da noi e Lessons for good

Il bosco fai da noi, invece, è un progetto che promuove iniziative che migliorano l’assorbimento di anidride carbonica. In questo caso, il contributo dell’azienda consiste nella fornitura di materiali (per un valore complessivo pari a 3000 euro per ciascuna iniziativa) e giornate di lavoro e di formazione con la comunità interessata. Proprio a fine 2018 la società ha siglato un patto con un municipio di Roma per il recupero di aree verdi. Per il futuro, sottolinea ancora Luca Pereno, sarebbe interessante individuare nuovi gruppi di cittadini o amministrazioni interessate.

Lessons for good, invece, in collaborazione con l’associazione Bricolage del cuore, consiste in una serie di lezioni gratuite fai da te a favore della collettività. Queste lezioni vengono organizzate presso scuole, case famiglia e strutture di accoglienza. La parola d’ordine? “Imparo-faccio-aiuto”. Si tratta, oltre che di un momento di condivisione di conoscenza e pratiche, di un’occasione per creare nuove sinergie fra collaboratori, clienti e abitanti.

Misurare il cambiamento

Esiste un metodo per misurare la propria capacità di contribuire alla generazione di valore e al miglioramento della qualità di vita delle persone. Si chiama BES (Benessere Equo e Sostenibile) ed è uno strumento utile per una quantificazione di benessere comprensiva dei risvolti economici, ambientali e sociali.
La cura dei beni comuni, infatti, non solo coinvolge tutti (cittadini, amministrazioni, società..), ma racchiude una rete di valori con ripercussioni in vari settori della vita quotidiana. Proprio per questo, ogni tipo di sostegno (pubblico o privato) a favore di iniziative di cittadinanza attiva non può essere solo considerato come un progetto. Si tratta, piuttosto, di una piccola parte di un “processo” ben più ampio, finalizzato ad una nuova forma di società, coinvolgimento, entusiasmo.
Le tre iniziative di cui abbiamo parlato derivano dal concetto di sviluppo generativo, a cui  Leroy Merlin ha connesso l’immagine di una chiocciola.

pastedGraphic.png

La scelta di questa immagine merita di essere spiegata. La chiocciola, infatti, procedendo lentamente rappresenta l’avanzamento verso l’obiettivo con calma ma al tempo stesso sicurezza. Strisciando a terra, si mantiene costantemente in contatto con la concretezza. Ha un guscio che, da sempre, rievoca l’idea di un tetto, una casa, fulcro dell’attività della società. La spirale del guscio, infine, rappresenta graficamente la strategia e i due livelli di intervento: la responsabilità sociale e la generatività.
Presentando Bricolage civico, Il bosco fai da noi e Lessons for good, auspichiamo che l’idea di questa chiocciolina possa diventare parte dell’attivarsi per il bene comune in generale. Procedere verso un nuovo modello di partecipazione, seppur rappresenti un obiettivo ambizioso e talvolta bisognoso di tempo e pazienza, è possibile.