Il Terzo Settore rivendica la sua vocazione orientata al bene comune e alla sussidiarietà
Interventi

Il direttore Iaione parteciperà al “Social Dଔ a Torino

Il Terzo Settore protagonista del cambiamento sociale

logo_Social_DIl 19 aprile il direttore di Labsus Christian Iaione parteciperà al "Social Dì" edizione 2013, promosso dal Forum del Terzo Settore del Piemonte. L'evento è dedicato ad approfondire il ruolo delle organizzazioni no profit nel welfare di oggi e la necessità di prevedere un grande patto tra differenti attori, pubblici e privati, per orientare e programmare le politiche del territorio. L'appuntamento è a Torino, Auditorium Kyoto - Environment Park (Via Livorno, 60) dalle 9.00 alle 13.30. In allegato la locandina dell'evento.

Nell’appuntamento annuale denominato “Social Dì”, il Forum del Terzo Settore del Piemonte si propone di accompagnare la riflessione delle organizzazioni no profit sul tema tanto delicato quanto attuale di come declinare la sussidiarietà in questa difficile fase storica e conseguentemente, quale ruolo attribuire ai vari soggetti di Terzo Settore nel rapporto con la società civile, con il mondo dell’economia e delle istituzioni.

Dal comunicato ufficiale si legge che “A partire da una riflessione su alcune delle emergenze sociali odierne (povertà , minori e non autosufficienza), il Terzo Settore rivendica la sua vocazione orientata al bene comune e alla sussidiarietà , e la volontà di essere interpellato nelle scelte che la programmazione pubblica è chiamata a compiere in tempi come quelli che stiamo vivendo. Volontariato, associazionismo e cooperazione sociale insieme possono contribuire a quel cambiamento evocato da tanti nel Paese”.

Quel cambiamento di paradigma che Labsus sta tentando di diffondere, quella cabina di regia per la cura dei beni comuni che abbiamo proposto, rientrano in un progetto più ampio che si pone l’obiettivo di riconoscere la capacità di quei cittadini che decidono liberamente e responsabilmente di prendersi cura delle proprie comunità e di trovare soluzioni condivise a problemi collettivi.

Al tempo stesso è necessario che le istituzioni sappiano riconoscere tutti i vari soggetti che contribuiscono alla costruzione del welfare, e li sostengano, cosìcome previsto dalla costituzione, che si attivino quindi per costruire quelle pre-condizioni che favoriscano la crescita di capitale sociale.

Il programma dettagliato dell’evento

9.00 Accoglienza e apertura
Anna Di Mascio, Portavoce Forum Terzo Settore Piemonte

9.30 Insieme per l’Italia sociale del noi responsabile
Pietro Barbieri, Portavoce nazionale Forum Terzo Settore

10.00 Sussidiarietà e cura dei beni comuni
Christian Iaione, Direttore di Labsus (Laboratorio per la Sussidiarietà )

10.30 Tempo e cura dell’ascolto delle idee generative del Paese
Presentazione di Genius Loci, Archivio della Generatività italiana

11.00 Coffe break

11.15 Interventi di:
Ugo Cavallera
VicePresidente Regione Piemonte e Assessore alla Sanità e alle Politiche Sociali
Elide Tisi
Presidente della Consulta Welfare ANCI Piemonte e Assessore al welfare e politiche abitative Città di Torino
Pierluigi Dovis, Direttore Caritas Piemonte

Dibattito

12.45 Conclusioni
Marco Canta, Portavoce Forum Terzo Settore Piemonte

Contatti:

Forum Terzo Settore in Piemonte

sede operativa: via Torino, 9/6 (viale Tom Benetollo) – 10093 Collegno (TO)

Email: tspiemonte@forumaps.org

Telefono: 011.4112498 – fax 011.4112421

web: www.forumaps.org



ALLEGATI (1):

Lascia un commento