Cittadini attivi incontrano amministratori pubblici

Quale è il ruolo della cittadinanza e dell'associazionismo in un modello di Stato e di pubblica amministrazione che sta evolvendo rapidamente in tutto il mondo e in direzioni inaspettate fino a qualche anno fa?

Quale è il modello di pubblica amministrazione che l’Italia dovrebbe adottare per risollevarsi dalla crisi? In che modo le tecnologie possono aiutare il cittadino ad interagire in modo intelligente con chi eroga i servizi pubblici? Come sono fatte, progettate e gestite le città  intelligenti in cui vorremmo vivere? Quale è il ruolo della cittadinanza e dell’associazionismo in un modello di Stato e di pubblica amministrazione che sta evolvendo rapidamente in tutto il mondo e in direzioni inaspettate fino a qualche anno fa?

Queste sono alcune delle domande che hanno orientato gli organizzatori del forum nella progettazione dell’evento.

Sei convegni focalizzati sul miglioramento del rapporto PA – cittadini:

– Quale PA per quale paese
– Verso l’Europa 2020. la programmazione europea 2014-2020
– SMART CITY. Mettere al centro il cittadino
– L’innovazione tecnologica in sanità 
– PA Digitale: do more with less
La cittadinanza attiva

Qui il programma completo del Forum PA 2013.

Un convegno dedicato interamente alla cittadinanza attiva all’interno del Forum PA: forse è la dimostrazione che quel cambiamento di rotta che da tempo cerchiamo di comunicare e di imporre all’attenzione pubblica si stia definitivamente affermando.

La giornata del 30 sarà  anticipata da un incontro organizzato a The Hub Roma il 29 sera nel quale organizzazioni della cittadinanza attiva e rappresentanti politici ai diversi livelli istituzionali si confronteranno in merito alle nuove sfide ed al nuovo ruolo dell’amministrazione pubblica. Nel dettaglio Labsus racconterà  la sua sperimentazione con il Comune di Bologna.

La logica tradizionale ed autoreferenziale dell’amministratore pubblico è incompatibile con quella innovativa, e quanto mai indispensabile, dell’amministrazione condivisa.
Sul sito di Forum PA si legge: “l’amministrazione non deve dare conto soltanto delle spese sostenute, ma soprattutto del rapporto tra spese e benefici”; potremmo aggiungere che oggi l’amministrazione non deve rispondere solo dei servizi offerti ma del benessere della comunità . A questo si collega il tema di un nuovo welfare che comprende anche le esperienze di cittadinanza attiva.
Tra la dimensione teorica dell’amministrazione condivisa e quella concreta dei regolamenti locali e delle prassi quotidiane esiste però ancora una distanza che deve essere colmata, da esperienze e pratiche, e disciplinata dal diritto.

Questo difficile lavoro di sperimentazione, che anche il nostro Laboratorio sta portando avanti sul campo, deve comunque tener conto dei primi positivi risultati ottenuti da quelle amministrazioni “illuminate” che hanno deciso di “governare con la rete“.
Tra gli ospiti del convegno sulla cittadinanza attiva sarà  presente ad esempio Giorgio Del Ghingaro, il sindaco di Capannori, il Comune italiano a “rifiuti zero”.

Da questo punto di vista particolarmente interessanti sono gli incontri sulle smart cities.

Il programma del 30 maggio:

Introduce e coordina:
– Gianni Dominici (Direttore Generale – FORUM PA)

Intervengono:
– Alessandro di Battista (Camera dei Deputati)
– Teresa Petrangolini (Consigliere della Regione Lazio, – già  Segretario generale CittadinanzAttiva)
– Giorgio Del Ghingaro (Sindaco – Comune di Capannori)

Cittadinanza attiva e innovazione sociale: da Roma a Bruxelles
– Dario Carrera (Presidente – I – SIN Rete Italiana Innovatori Sociale e The HUB Roma)
– Marco Traversi (Amministratore – Project AHEAD)

Educazione Civica e Cittadinanza Digitale
– Alfonso Molina (Professore Stretegie delle Tecnologie Università  Edimburgo – e Direttore scientifico Fondazione Mondo Digitale)
– Dino Bertocco (Presidente – Associazione Aequinet)

Anno Europeo dei Cittadini
– Pier Virgilio Dastoli (Presidente – Movimento Europeo – Italia)

Open Government
– Beatrice Costa (Coordinatrice dello Sviluppo Territoriale – ActionAid Italia)
– Vittorio Alvino (Presidente – Associazione Openpolis)

Welfare e benessere di comunità 
– Anna Lisa Mandorino (Vice Segretario – CittadinazAttiva)

Crowdfunding e finanziamento di comunità 
– Marco Crescenzi (Presidente – ASVI Social Change)

Ambiente in città 
– Marco Fratoddi (Direttore La Nuova Ecologia – Legambiente)

Fruizione dello spazio pubblico
– Chiara Pignaris (Vicepresidente Commissione Partecipazione INU e – Coordinatrice Biennale Spazio Pubblico)

Conclusioni:
– Gregorio Arena (Università  di Trento, – Presidente LABSUS – Laboratorio per la sussidiarietà )



Lascia un commento