Ognuno può diventare un cittadino capace di assumersi la responsabilità  di custodire un bene comune
Ambiente Storie e notizie

A Monte San Giovanni Campano si adotta un parco

Al via il progetto "Adotta un parco"

Parte a Monte San Giovanni Campano (FR) il progetto "Adotta un parco". L'iniziativa, promossa dal Circolo Legambiente di Lamasena in accordo con il comune, prevede la manutenzione di un'area verde di circa 15mila mq in località  Bagnara. Il progetto rappresenta una novità  nella zona per le modalità  di organizzazione e, come sostengono i promotori, potrà  servire da esempio per una diffusione della cultura della manutenzione dei beni comuni.  

“Ognuno può diventare un cittadino capace di assumersi la responsabilità  di custodire un bene comune“. La pagina web che presenta l’iniziativa del Circolo Intercomunale Legambiente di Lamasena esordisce così. Come sostiene Remo Cinelli, socio dell’associazione e nostro interlocutore, il progetto “è il primo tentativo che io conosca di far rivivere questo parco. Siamo stati la prima associazione a portare avanti questo tipo di iniziativa qui”. Per questo l’idea di “Adotta un parco”, concordata con il comune di Monte San Giovanni Campano (FR)  con la delibera n °3 del 16/01/2014 (in allegato il file con il testo). “Abbiamo inviato una proposta di adozione al comune lo scorso novembre e abbiamo chiesto di essere ricevuti in giunta per presentare il progetto. Dopo un mese e mezzo abbiamo ottenuto l’incontro in cui abbiamo mostrato l’idea e le nostre competenze in ambito ambientale. L’idea è piaciuta subito. Non ci aspettavamo una risposta in cosìpoco tempo”.

L’accordo con l’amministrazione

Il parco di Colle Cipullo e l’area verde attrezzata (realizzata dalla XII Comunità  Montana “Monti Ernici”) che fanno parte del progetto “Adotta un parco” si trovano in località  Bagnara. Il progetto sta prendendo la forma di un  accordo con l’amministrazione comunale. “Ci hanno chiesto rassicurazioni  che abbiamo dato”, continua Remo Cinelli, “soprattutto riguardo la copertura assicurativa che abbiamo stipulato in qualità  di associazione. Il comune ha inoltre stabilito anche il perimetro delle azioni che abbiamo elencato sul sito. Ora siamo alla ricerca di un’impresa che ci sostenga nella costruzione dello steccato che delimita l’intera area”. Nel frattempo gli organizzatori incassano l’interesse della cittadinanza, al momento coinvolta nella raccolta dei fondi (sul sito le indicazioni a riguardo) e dell’attrezzatura per la manutenzione del bene comune.

I cittadini e il circolo virtuoso

“Purtroppo per ora possiamo assicurare ai cittadini solo un ruolo di sponsor dell’iniziativa a causa di un vincolo di natura assicurativa che ci ha posto l’amministrazione comunale. Sarebbe auspicabile e cosa graditissima riuscire a superare questo ostacolo e coinvolgere attivamente chi è interessato a dare una mano”. Come ci informa il nostro referente, nel mese di aprile (manca ancora una data ufficiale) si terrà  nel parco l’evento volto al lancio ufficiale del progetto che seguirà  il lavoro di comunicazione svolto in questo periodo attraverso i social network e il sito internet del circolo. Per quanto in fase iniziale, l’idea di “Adotta un parco” sta già  portando i suoi risultati innescando un fenomeno di “emulazione” nella zona e contribuendo alla creazione di un progetto di rete. Come ci informa sempre il sig. Cinelli altre associazioni si sono mosse presso le amministrazioni comunali di riferimento per operazioni simili di manutenzione di un bene comune. La dimostrazione che un cambiamento è possibile.

Aggiornamento ottobre 2014

In data  12/10/2014, il circolo Lamasena ha presentato istanza di recesso dalla convenzione di affidamento delle due aree verdi attrezzate di Colle Cipullo e Antera, in località  Bagnara di Monte San Giovani Campano.
Per maggiori informazioni rimandiamo al sito del circolo.

LEGGI ANCHE:

 

 



Lascia un commento