"Il Comune ha promosso due interventi di pulizia dei sentieri e dei boschi dell ' area coinvolgendo i cittadini e fornendo gli strumenti necessari per le operazioni"
Storie e notizie

Abetone (PT): Comune e cittadini insieme per ripulire sentieri e boschi

Oltre quaranta volontari per la prima giornata ecologica della città

Ad Abetone, piccolo comune in provincia di Pistoia con appena 700 abitanti, cittadini, Comune e alcune guardie del Corpo forestale dello Stato si sono dati appuntamento per ripulire boschi e sentieri della zona, fino ad arrivare alla strada statale del Brennero, divenuti aree di scarico rifiuti.

Immagine tratta da Wikipedia

Lungo le scarpate della strada statale del Brennero e lungo i margini di boschi e sentieri cumuli di rifiuti, lasciati da turisti e sciatori, avevano trasformato l’area del piccolo Comune di Abetone in una discarica a cielo aperto. E’ cosìche i cittadini di concerto con l’amministrazione locale hanno deciso di intervenire per ripulire l’area, meta turistica sia d’estate che d’inverno.
Nasce la ” Prima giornata ecologica ” ideata dal Comune di Abetone, dal Gruppo trekking Val Sestaione assieme al Gruppo alpini con l’obiettivo di riappropriarsi e ripulire gli spazi pubblici e i sentieri della zona per restituirli alla loro originaria bellezza.

Ballantini: ” Vogliamo rendere l’iniziativa una pratica usuale per prenderci tutti assieme cura della città ”

” L’iniziativa è nata dalla necessità di prendersi cura della città , alcune aree versavano in uno stato di abbandono. Il Comune ha cosìproposto di realizzare due interventi di pulizia dei sentieri e dei boschi dell’area coinvolgendo i cittadini e mettendo a disposizione di questi ultimi tutti gli strumenti necessari per le operazioni ” , racconta a Labsus l’assessore ai lavori pubblici, protezione civile, volontariato e politiche giovanili Franco Ballantini.
L’iniziativa ha riscosso grande successo tra i cittadini, gli abetonesi hanno risposto infatti con grande entusiasmo: ” basti pensare che eravamo circa una quarantina di volontari nelle operazioni di pulizia ” , precisa con grande soddisfazione Ballantini.
I cittadini sono stati affiancati non solo dal personale del Comune ma anche da alcune guardie del Corpo forestale dello stato e da diversi operai degli impianti di risalita. ” Il Comune insomma ha fatto da traino puntando sulla collaborazione con i cittadini che si sono mostrati molto attivi e partecipi ” ci dice l’assessore.
Le attività di pulizia hanno riguardato tutta l’area lungo il bosco dal Fontana Vaccaia fino alla Piazza di Abetone per poi dirigersi verso il Monte Maiori. Sono stati raccolti rifiuti di ogni genere da bottiglie e buste di plastica, ai resti di elettrodomestici e copertoni di automobili.
” Finora abbiamo realizzato due incontri di pulizia il prossimo sarà in programma a fine settembre, intendiamo rendere l’iniziativa una pratica usuale anche perché ha riscosso grande successo tra la cittadinanza ” conclude l’assessore.

@AngelaGallo1

LEGGI ANCHE:
A Siena l’iniziativa “Puliamo il boschetto” di San Miniato
Un Ponte nelle Alpi tra cittadini e ambiente
A Monte San Giovanni Campano si adotta un parco
A Brescia i cittadini adottano parchi e monumenti
Agrigento, diffidato per aver ripulito il parco
Gli Angeli del bello al parco Stibbert di Firenze
Più facile partecipare alla cura dei beni comuni con il Regolamento per l’amministrazione condivisa

 



Lascia un commento