Nei momenti di difficoltà ogni persona che si rimbocca le maniche arricchisce l ' intera comunità
Notizie Notizie

A Scandicci “Coloriamo la scuola”

I genitori imbiancano e colorano le aule delle scuole della città

Considerata per anni quartiere satellite di Firenze, la città di Scandicci sta assumendo sempre di più una nuova identità , grazie anche al collegamento tramviario con Firenze e al nuovo centro cittadino, firmato dall ' architetto Richard Rogers. L ' identità di una città non è però costituita unicamente dalle infrastrutture e dagli edifici pubblici: i cittadini, con la loro cultura, con il loro senso civico e il loro senso di appartenenza alla comunità possono essere i reali interpreti del cambiamento.

https://www.google.it/search?q=scandicci+coloriamo+la+scuola&client=firefox-a&hs=xNb&rls=org.mozilla:it:official&channel=nts&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=0RJQVO-UEcqkygP24ID4Bg&ved=0CAgQ_AUoAQ&biw=1024&bih=489#facrc=_&imgdii=_&imgrc=i_7jrVSjJP0ZDM%253A%3BtjpHvz4tlLBaGM%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.comune.scandicci.fi.it%252Fimages%252Fstories%252Fcoloricampanina.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fwww.comune.scandicci.fi.it%252Findex.php%252Fnotizie%252F3908-campana-e-campanina-i-genitori-imbiancano-e-colorano-le-aule-delle-scuole.html%3B3264%3B2448

Il progetto ” Coloriamo la scuola ” , realizzato presso il Secondo Istituto Comprensivo scolastico di Scandicci, è un chiaro esempio di collaborazione tra cittadini e pubblica amministrazione per la cura dei beni comuni. Il 27 agosto 2014 trenta genitori degli studenti della primaria Dino Campana si sono ritrovati insieme per tinteggiare le quindici aule e l’ingresso del plesso scolastico. Nelle settimane precedenti, altri otto genitori hanno dipinto con vernici colorate le quattro aule e il corridoio della scuola d’infanzia, situata all’interno dello stesso plesso scolastico della Dino Campana (la cosiddetta materna ” Campanina ” ). Tutto l’occorrente per dipingere i muri (vernici, pennelli, rulli) è stato fornito dal Comune di Scandicci, mentre la manodopera è stata garantita a titolo volontario dai genitori, per i quali è stata predisposta una copertura assicurativa. I genitori si sono organizzati autonomamente per il lavoro, potendo contare sulla presenza di un muratore di professione all’interno del loro gruppo; insegnanti e bidelli hanno partecipato attivamente insieme ai genitori. Marco, sedicenne e fratello di un’alunna della scuola, ha deciso di contribuire con la sua creatività , dipingendo un murales.

Il volontariato come momento di condivisione

Diye Ndiaye, Assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Scandicci, intervistata da Labsus, evidenzia con piacere come l’iniziativa sia partita direttamente dai genitori: ” La prima proposta è stata avanzata già due anni fa. Sono stati necessari l’approvazione da parte del Consiglio di Istituto e l’inserimento del progetto nel Piano dell’offerta formativa (POF) del Secondo Istituto Comprensivo scolastico di Scandicci; una volta stabiliti i requisiti necessari, i genitori hanno iniziato la loro attività con il sostegno dell’amministrazione comunale ” .
L’Assessora Ndiaye non ha dubbi: ” In tempi di ristrettezze economiche, la collaborazione dei cittadini che decidono di prendersi cura dei beni comuni è un valore che l’amministrazione comunale non può che sostenere e incoraggiare. I genitori degli alunni della Dino Campana hanno dimostrato di essere una risorsa straordinaria per l’intera comunità ” . Diye Ndiaye conclude regalandoci una bellissima immagine: ” Il volontariato offre delle straordinarie occasioni di condivisione, perché lavorando tutti insieme per la stessa causa si parla anche della vita e delle nostre emozioni ” .
Grazie al successo del progetto ” Coloriamo la scuola ” sta nascendo l’interesse dei genitori e dei docenti di altre scuole del territorio, a dimostrazione di come Scandicci sia una città viva e aperta al cambiamento.

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento