fbpx

Se la comunità  si ritrova, se si sviluppa il senso civico ci saranno vantaggi concreti per tutti
Notizie Notizie

Gli Angeli del Bello di Figline e Incisa Valdarno

L ' amministrazione condivisa come fattore di innovazione

Il Comune di Figline e Incisa Valdarno, in provincia di Firenze, è stato istituito Il 1 gennaio 2014, in seguito alla fusione dei comuni di Figline Valdarno e di Incisa in Val d'Arno. La giovane sindaca Giulia Mugnai, eletta il 25 maggio 2014, sottolinea, in un ' intervista a Labsus, il carattere del nuovo ente: «Sono ancora pochi i comuni italiani che, fino a questo momento, si sono fusi tra di loro. Il nostro è, quindi, un ente innovatore e vogliamo che l ' amministrazione condivisa sia uno strumento per fare innovazione, creando un diverso rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione ».

Nei primi mesi di mandato, la sindaca e gli assessori si sono resi conto che sul territorio esistevano già  diversi gruppi di cittadini attivi che, in maniera autonoma, si davano da fare per mantenere il decoro, soprattutto nelle piccole frazioni. La giunta comunale ha quindi deciso di valorizzare l’impegno dei cittadini, avendo tra le sue priorità  la promozione di una nuova cultura legata al decoro urbano e alla tutela dei beni comuni. L’idea degli Angeli del Bello di Figline e Incisa Valdarno è nata così: «Durante l’estate abbiamo contattato la Fondazione Angeli del Bello di Firenze – ci racconta la sindaca Mugnai -, che ci ha dato un aiuto fondamentale per superare le perplessità  all’interno degli uffici comunali preposti al verde pubblico e al decoro ».

Valdarno2La prima giornata di volontariato degli Angeli del Bello di Figline e Incisa Valdarno si è svolta la mattina di sabato 25 ottobre. I consiglieri comunali, gli assessori e la sindaca Giulia Mugnai si sono ritrovati insieme ai cittadini per curare i giardini presso la scuola primaria della Massa, a Incisa; il gruppo si è quindi spostato a Figline, per ripulire il sottopassaggio ferroviario di via Pampaloni. Il materiale necessario per i due interventi è stato fornito dalla Fondazione Angeli del Bello – che ha partecipato attivamente con i suoi volontari – e dal Comune di Figline e Incisa Valdarno. Nei giorni precedenti all’intervento, i cittadini attivi e i tecnici del comune si sono recati insieme ad acquistare le vernici: anche un avvenimento apparentemente semplice come questo è in grado di ridisegnare i rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione.

Giulia Mugnai ci offre un interessante spunto di riflessione: «Al di là  dell’importanza dei singoli interventi che saranno fatti dai cittadini volontari, quello che ci preme di più è lo sviluppo di una rete di solidarietà  tra i cittadini, favorita dall’amministrazione condivisa dei beni comuni. In tempi di crisi, non ci possiamo ulteriormente dividere e arroccare nell’individualismo; è necessario fare rete: cittadini e pubblica amministrazione devono collaborare per il bene comune. Se la comunità  si ritrova, se si sviluppa il senso civico ci saranno vantaggi concreti per tutti ».

Il contributo della Fondazione Angeli del Bello di Firenze è stato determinante: oltre al supporto tecnico, la fondazione ha garantito la copertura assicurativa ai cittadini attivi, in attesa che venga istituita una nuova associazione autonoma a Figline e Incisa Valdarno.

Il progetto lanciato dal Comune di Figline e Incisa Valdarno ha l’obiettivo di coordinare azioni di volontariato per migliorare il decoro della città , attraverso piccoli interventi di manutenzione, come il restauro di panchine e giochi per bambini, la tinteggiatura di pareti degradate e la manutenzione di spazi verdi. Per avere maggiori informazioni sul progetto, e per far parte degli Angeli del Bello di Figline e Incisa Valdarno, è possibile inviare una mail a angelidelbellofiv@gmail.com.

LEGGI ANCHE:

A Siena l’iniziativa ” Puliamo il boschetto ” di San Miniato
Un Ponte nelle Alpi tra cittadini e ambiente
A Monte San Giovanni Campano si adotta un parco
A Brescia i cittadini adottano parchi e monumenti
Agrigento, diffidato per aver ripulito il parco
Gli Angeli del bello al parco Stibbert di Firenze
Più facile partecipare alla cura dei beni comuni con il Regolamento per l’amministrazione condivisa

 

 

 



Lascia un commento