I volontari che partecipano al monitoraggio dell ' Audit civico provengono, prevalentemente, dalla rete del Tribunale per i diritti del malato ma non solo.
Salute

Progetto ” Audit civico ”

I cittadini valutano le aziende sanitarie

Il progetto Audit civico, sviluppato nel quadro della collaborazione iniziata nel 2000 e tuttora in atto tra Cittadinanzattiva e AstraZeneca, è stato realizzato per la prima volta nel 2001, per dotare la cittadinanza attiva di un proprio strumento di valutazione delle azioni delle aziende sanitarie, come risposta a tre ordini di problemi sperimentati, spesso con durezza, dal Tribunale per i diritti del malato.

Il primo ordine di problemi era legato alla esigenza di dare forma concreta alla “centralità” del punto di vista del cittadino.

Una seconda serie di questioni è connessa con l’esigenza di rendere trasparente e verificabile l’azione delle aziende sanitarie.

La terza fondamentale ragione sta nella necessità di prevenire il rischio, sempre più evidente, che il necessario e condivisibile processo di federalizzazione si traduca in una frammentazione irreversibile del servizio sanitario nazionale.

L’Audit civico è un esempio di valutazione civica, forma innovativa di intervento dei cittadini nelle politiche pubbliche.

Questo strumento ha lo scopo di dare concretezza alla centralità del punto di vista del cittadino e quindi di rendere visibile il modo in cui il servizio sanitario si presenta a coloro che lo utilizzano nelle diverse fasi della loro esperienza.

In allegato la scheda completa del progetto



Lascia un commento