Sollecitare la creatività dei ragazzi per intervenire sul patrimonio della città
Notizie Notizie

“La cultura come bene comune”, avanti con le idee!

Il concorso per i giovani e per le loro proposte

La Provincia di Mantova ha indetto il concorso " La Cultura come bene comune " , un progetto rivolto ai giovani compresi tra i 16 e i 29 anni. Dare voce alle idee dei ragazzi per valorizzazione il patrimonio culturale mantovano nell ' ottica dei beni comuni e dell ' amministrazione condivisa, due aspetti in stretta dipendenza, connessi tra loro dal principio di sussidiarietà orizzontale.

Coinvolgere i giovani e le loro idee è uno dei modi migliori per realizzare il principio di sussidiarietà orizzontale sancito dalla nostra Costituzione. Il concorso ” La cultura come bene comune ” , inserito nel più ampio progetto ” Il tempo dei giovani ” , vuole sollecitare la creatività dei ragazzi per intervenire sul patrimonio storico e culturale della città di Mantova. L’iniziativa è rivolta alla fascia di età compresa tra i 16 ed i 29 anni ed è promossa dalla Provincia di Mantova e ForMa con il supporto di Camera di Commercio di Mantova e di Labsus. Il capoluogo lombardo intende sperimentare la cura e la valorizzazione dei beni comuni attraverso una partecipazione attiva che abbia inizio sin dalla fase d’ideazione progettuale e che si consolidi sul metodo dell’amministrazione condivisa per costruire una vera e propria alleanza con i cittadini. Il concorso indetto si focalizza in particolare su un bene comune immateriale, la cultura quale fattore di progresso della collettività perché riscoperta di quei valori identitari che accumunano una la comunità .

Le tre finalità dell’iniziativa

Nel presentare e redigere le loro proposte, i partecipanti dovranno tener conto dei tre obiettivi individuati dal progetto stesso. La Creazione di giardini di Talenti, l’intento di questo primo proposito è quello di far crescere talenti grazie alla diffusione di conoscenze e allo scambio di competenze per creare valore culturale. Esperimenti di rigenerazione urbana condivisa di un bene culturale, racchiude la volontà di creare una cooperazione per un welfare urbano per la promozione del territorio. Infine, la terza finalità da considerare è la creazione di Living/Fab Lab, un approccio nelle attività di ricerca e sviluppo in cui i cittadini diventano ” co-sviluppatori ” . E’ possibile prendere parte al progetto individualmente o in gruppo. In palio vi sono 20 mila euro spartiti tra le prime tre idee migliori. Inoltre sono previste 4 menzioni speciali per altrettanti progetti meritevoli a cui andranno 500 euro. La scadenza del bando è prevista per il giorno 18 aprile 2014 alle ore 12. Si tratta di un’opportunità unica per dare spazio alle idee, i giovani sono chiamati a mettere in campo tutta la loro creatività avendo ben chiare le linee guida da seguire. Una proposta che arricchisce da un lato i ragazzi, chiamati a mettersi in gioco per qualcosa di pratico, e dall’altro la stessa città di Mantova, protagonista dell’innovazione!

Per avere più informazioni segui il link

LEGGI ANCHE:

Vuoi diventare un cittadino protagonista?
” Con-vivere Bologna: patti di convivenza ”
Il comune di Trento aderisce a Labsus
Comunicazione, potere e cittadini. Tra propaganda e potere
Il regolamento per la cittadinanza attiva di PortoMantovano



Lascia un commento