fbpx

I Reggiani per esempio, un bando per promuovere le buone pratiche di cura condivisa della città 
Notizie Notizie

On line il bando 2015 ” I Reggiani per esempio ”

L'amministrazione comunale finanzia i progetti dei cittadini attivi sul territorio

Con il bando " I Reggiani, per esempio " , promosso dal Comune di Reggio Emilia in collaborazione con il Forum del Terzo settore provinciale, si chiede la collaborazione dei cittadini nel progettare e realizzare insieme azioni per la comunità  nell ' interesse generale. Dal 2008 il Comune di Reggio Emilia è impegnato nella promozione di esperienze che coinvolgono i residenti nella cura della città , facendo leva sul principio di sussidiarietà  sancito dall ' art 118, u.c. della Costituzione e promuovendo le buone pratiche messe in atto per la cura dei beni comuni.

reggiani per esempio

Per l’edizione 2015 la somma totale messa a disposizione dall’amministrazione è di 280.000 euro, che saranno assegnati a progetti presentati da associazioni di volontariato, cooperative sociali, società  cooperative, associazioni di promozione sociale, enti non commerciali, onlus, gruppi di cittadini costituiti in associazione o comitato, enti ecclesiastici e morali, scuole.
Sono cinque gli ambiti che il piano mira a coprire:
Welfare: realizzare tavoli di lavoro di quartiere in modo tale da evidenziare le situazioni di criticità  e contrastare l’isolamento di anziani, disabili e minori favorendo processi di socializzazione e di mantenimento delle autonomie.
Scuola: ampliare l’offerta formativa delle scuole primarie e secondarie di primo livello, attraverso laboratori pomeridiani multidisciplinari progettati e realizzati in collaborazione con il servizio di Officina Educativa del Comune di Reggio.
–   Integrazione: promuovere progetti di integrazione tra religioni e culture diverse incoraggiando   incontri, dibattiti e attività  interculturali e attivando corsi di lingua italiana.
Sicurezza: valorizzare attività  di sicurezza urbana e convivenza mediante la promozione della cultura della legalità .
Cultura: arricchire l’offerta culturale della città  attraverso la promozione di attività  all’interno di istituzioni culturali cittadine, come biblioteche e musei.

Ogni singolo progetto presentato verrà  valutato da una commissione composta dal dirigente del Servizio comunale Decentramento e Partecipazione, dal direttore dell’Area Servizi alla Persona e da un membro designato dal Forum del Terzo settore, e non potrà  avere un costo totale superiore a 30.000 euro. I progetti saranno valutati secondo i criteri di qualità  e coerenza con l’obiettivo di individuare attività  che offrano un valore aggiunto rispetto a quelle ordinarie dell’ente, privilegiando la creazione di reti territoriali, l’originalità  e il carattere innovativo,  la condivisione e fruibilità  per la collettività .

Reggio Emilia per Expo

Un’importante novità  de I Reggiani per esempio è legata quest’anno da Expo 2015: infatti dalle risorse messe a disposizione dal bando 100 mila euro verranno destinati a quei progetti che aspirano a valorizzare ed arricchire l’offerta culturale e la promozione del territorio attraverso la promozione di attività  coerenti con il progetto Reggio Emilia per Expo, la restante somma finanzierà  quei progetti presentati nell’ambito di Restate, ossia i piani presentati per arricchire l’animazione delle serate estive.
Le graduatorie verranno pubblicate con scadenze differenti a partire dal 15 giugno 2015, ma per i progetti legati a Restate ed Expo 2015 entro la fine del mese di maggio 2015.
La scdenza per i progetti presentati dagli Istituti scolasticè fissata al giorno 16 ottobre 2015.

Per ogni altro dettaglio consultare il bando in allegato.

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento