L ' idea delle associazioni che portano avanti l ' acquisto dell ' isola di Poveglia è quella di porsi non come futuri proprietari dell ' isola ma come garanti del suo uso pubblico attraverso una gestione partecipata
Notizie Notizie

Poveglia, l’isola di tutti!

Il contributo di ognuno per riacquistare ciò che ci appartiene

L ' isola veneta di Poveglia è stata messa all ' asta dal demanio e i cittadini hanno deciso di mobilitarsi per acquistarla attraverso le libere contribuzioni della collettività lanciando una raccolta fondi a cui tutti possono prendere parte. L ' isola, bene comune, avrà una gestione partecipata ed ecosostenibile.

Poveglia è un’isola della Laguna Veneta che collega il porto di Malamocco a Venezia. Un patrimonio storico e ambientale che è stato messo all’asta dal demanio. I cittadini veneti, stanchi di vedere le loro isole divenire proprietà private sottratte a loro e alla collettività , hanno deciso di provare ad acquistare Poveglia. L’associazione che si è costituita ha promosso una raccolta fondi aperta a tutti che prevede il versamento di una quota minima di 99 euro. L’unico criterio che sarà utilizzato all’interno dell’asta per la graduatoria di vendita sarà quello economico. Contribuire all’iniziativa significa avere a cuore quei beni comuni che ci appartengono e che in quanto tali devono rimanere fruibili all’intera comunità . L’idea dell’associazioni che porta avanti l’acquisto dell’isola di Poveglia è quella di porsi non come futuri proprietari dell’isola ma come garanti del suo uso pubblico attraverso una gestione partecipata. Ogni azionista avrà gli stessi diritti degli altri in base alla quota di partecipazione versata.

Una ” piccola ” Carta Costituzionale

Tutti gli utili saranno investiti nell’isola e qualora l’asta non dovesse avere esito positivo le quote versate saranno restituite. A patrocinare l’iniziativa, anche attraverso un contributo personale, vi è lo stesso sindaco di Venezia Giorgio Orsoni. Al fine di tutelare in maniera concreta il principio democratico che muove l’intento, ogni aderente, prima di effettuare la donazione, dovrà sottoscrivere una ” carta costituzionale ” fondata su quattro punti. Il primo articolo stabilisce che l’area verde dell’isola sarà dedicata a parco pubblico liberamente accessibile e gratuito e ad orti urbani. Nel secondo punto si specifica che gli utili prodotti dalla parte edificata saranno destinati a ripagare i costi di gestione. Infine si ribadisce che l’organizzazione dell’isola, alla quale avranno diritto ugualmente tutti i sottoscrittori, avrà una natura non profit ed ecosostenibile. Domenica 4 maggio a Malamocco si terrà l’evento ” Poveglia è vicina ” per festeggiare quel piccolo obiettivo che è già stato raggiunto, ” dimostrare che insieme siamo forti e possiamo ottenere grandi risultati ” .
Sostenere il progetto dell’acquisto dell’isola di Poveglia non riguarda solo i veneziani, farlo è possibile attraverso l’indirizzo mail associazionepoveglia@gmail.com, per informazioni è possibile consultare la pagina Facebook ed in oltre sono previsti nella città di Venezia sette diversi punti di raccolta.

LEGGI ANCHE:



Lascia un commento